VIA DA TOCQUEVILLE. IL SORVEGLIATO SPECIALE TORNA ALLE ORIGINI.

Esco da Tocqueville. Fatelo anche voi. Uscite in massa. Scrivendo a questo indirizzo email .

Ripartiamo da cento. Tanti sono i blog che hanno fino ad ora aderito a The Right Nation.

Si ritorna finalmente alle origini.

Avevo promesso. Dovevo prendere una decisione dopo l’estate sulla mia adesione a Tocqueville e l’ho presa subito dopo aver letto questo post del dott. Mancia. Semplicemente vergognoso.

Tocqueville è un aggregatore nato da una idea del Sorvegliato Speciale, come centinaia di volte è stato ripetuto da tutti, ma proprio tutti, i blogger che vi hanno aderito nella prima ora e non solo (molti dei quali se ne sono andati disgustati) . Numerose volte ribadito anche dallo stesso Andrea Mancia. Provate ad ascoltare questo video in cui Mancia dice esattamente che non è una iniziativa nata da IDEAZIONE, ma la libera aggregazione di blog che parte dall’iniziativa del Sorvegliato Speciale e dalla famosa sua lista dei 100 blog  (3 febbraio 2005). Solo dopo è stato chiesto ad IDEAZIONE di sostenere il progetto e di farsene carico. Fu votato il nome. Tutto fu deciso a maggioranza e senza divisioni. Le scelte furono condivise da tutti. Si scelse di farsi sostenere da IDEAZIONE.

Ma adesso cosa è successo:

IDEAZIONE, la rivista diretta da Pierluigi Menniti, si sfila dal progetto e non vuole saperne nulla.

L’aggregatore ha covato per oltre un anno lotte intestine di ogni genere, la più furiose delle quali, l’ultima, fra due schieramenti ben riconoscibili. Uno schieramento, che ha perso, che chiedeva una identità comune dell’aggregatore da far sottoscrivere tutti (essere di centro-destra, rispettosi della religione cristiana, filo conservatori, liberali, filoamericani, anti-fascisti e anti-comunisti, non radicali, non nichilisti e non relativisti), identità che accomuna la stragandissima maggioranza dei blog (cattolici e non) di Tocqueville e che si sentono vicini al pensiero di Marcello Pera, Magdi Allam, Oriana Fallaci, Claudio Risè, Giuliano Ferrara e il prof. Ratzinger. Un altro schieramento, quello “vincente” che non ha mai voluto sottoscivere alcun documento “manifesto” identitario, forse perchè aveva da nascondere delle uova di cuculo nel nido di Tocqueville, che si riconosce in Marco Pannella, Taradash, la Rosa nel Pugno e l’area assai minoritaria (in Tocqueville e nel Paese) di quel radicalismo, relativista, anticlericale, becero e nichilista della destra filomassonica e ottocendesca. Certi che con l’ambiguità e il raggiro, il cuculo radicale stesso si sarebbe potuto impossessare “aggratis” dell’aggregatore (complice, se non addirittura artefice, Andrea Mancia ed “una manciata” di aggregatori di provata fede “manciana”). Così adesso abbiamo un aggregatore al 100% radicale, della rosa nel pugno,  relativiste e nichilista e filomassonico, alla faccia della stragrande maggioranza degli iscritti che è agli antipodi di quell’area “vincente”. Senza che i blog di Tocqueville, lo abbiano capito (di fessi ce ne sono tanti), o lo abbiano addirittura saputo.

Non sappiamo per quale motivo Andrea Mancia ha fatto questa sporca operazione, senza chiederci il permesso, ma siamo sicuri che lo fa per un motivo assai personale.

Mancia si prende l’aggregatore e si fa l’srl con gli amici suoi (JimMomo, Cantor, Inyqua e altri radicali di destra e di sinistra).

Nel frattempo 500 (o forse di più) dei mille blog che hanno aderito in questi due anni hanno smesso di essere blog (per me un blog che non produce post da oltre 6 mesi se non è morto quanto meno è in coma e stando alla passione per l’eutanasia della Nuova Redazione di Tocqueville 2, chiamiamola semplicemente “JimMomiana, Cantoriana ed Inyquiana”, la spina andrebbe staccata).

Degli altri 500 ancora attivi almeno due terzi non sanno assolutamente nulla del progetto. Ne parla sottotraccia solo il blog del regista dell’esproprio, lo stesso Andrea Mancia e nei blog di altri quattro gatti, fra cui qualche fesso  entusiasta dell’esproprio, senza diritto di partecipazione e discussione del “popolo bue”. Proorio nessuna discussione è avvenuta, nessun avviso a mezzo e-mail… eppure le e-mail ce le hanno di tutti. Solo una riunione a Roma in compagnia di Malvino (ospite invitato o autoinvitato poco importa).

Al mio paese, che è anche il paese del direttore di Ideazione (non è metaforico… ), quando un contratto, anche non scritto, modifica la natura del negozio giuridico, occorre rifirmare un NUOVO contratto. Se io ho firmato un accordo con IDEAZIONE (accordo tacito ma chiaro) ed oggi mi ritrovo che IDEAZIONE “scarica” il progetto, pretendo quanto meno la risoluzione contrattuale. Non può sostituirsi Andrea Mancia ad IDEAZIONE senza avermi prima interpellato.  Andrea Mancia non è IDEAZIONE (giusto o no?). Io con Mancia non ho mai firmato nulla!!! Tanto meno la creazione di una srl che contenga il nome del mio blog. Nè l’acquisizione (sua) di danari di pubblicità per mezzo del nome dei blog (nostri).

Io esco da Tocqueville e chiedo a tutti i cittadini di uscirne immediatamente cancellando la propria iscrizione a  questo indirizzo email .

Ma non basta tutto questo.
Sottopongano il progetto nuovo con tutti gli altri. UNO AD UNO. Altrimenti è appropriazione indebita dei nomi dei blog che avevano sottoscritto un altra cosa (diversa dalla “cosa” nuova a responsabilità limitata del dott. Mancia). Chi non risponderà alla mail di invito non gli verrà riconosciuto il “silenzio assenso”.

Intanto mi impegno a difendere il progetto iniziale, RIPARTENDO DA 100, come agli inizi di Tocqueville. E con lo stesso nome degli inizi: The Right Nation italiana.

Per aderire alla Right Nation mandare una mail qui.

Usare invece questo indirizzo email per cancellare le iscrizioni a Tocqueville.

Nei prossimi giorni pubblicheremo la lista di tutti blog “cadaveri galleggianti” di Tocqueville (forse superano il 50%) perchè provvedano a non usare il nome dei “morti” per scopi lucrosi. 

Annunci

37 risposte a “VIA DA TOCQUEVILLE. IL SORVEGLIATO SPECIALE TORNA ALLE ORIGINI.

  1. non verranno cancellati, sono patrimoni della cittá. Mi e´ stato detto. Solo quelli con problemi (link o altre cose) verranno depennati. Ne avevo fatto una battaglia personale, ottenuto poco, molto poco.

  2. Sto per mettere online la seconda parte. Alla fine linkerò anche questo post. Un saluto.

  3. Che giorno triste…

    Non ho parole.

    Un abbraccio
    Rob

  4. Scusami Sorvy,
    volevo solo dirti che hai dimenticato alcuni link nel post.
    Per il resto, come già ti ho detto per telefono, anch’io non starò “a guardare” per molto e, nel frattempo, cercherò di sensibilizzare più persone possibili.

    Ciao.

  5. Pingback: Il Sorvegliato lascia Tocque-ville at Kagliostro

  6. Se me lo avessero detto non ci avrei creduto.
    Ciao Sorvy!

  7. Intanto mi impegno a difendere il progetto iniziale

    Questa frase pronunciata da te è ESALTANTE!

  8. Hai scritto la tua parte di cazzate, eh? Dare del fesso a Francesco, poi, è la ciliegina.
    Vabbe’, io ti ho salutato a modo mio qui:
    http://tocque-ville.splinder.com/1159273683#9363404
    Rinfrescare la memoria farà bene anche a te, come a me e a tutti.
    Ciao.
    Fried

  9. Fried,
    mi spiace che tu non comprenda che le persone possono alterarsi un tantino dopo essersi accorte di esser state vittime di un torto.
    E, secondo me, il principale torto della redazione di TocqueVille è stata la mancanza di trasparenza.

    L’ho scritto in questo commento che ho inserito sul blog di Andrea Mancia e col quale spiego il mio modo di vedere le cose.

    Per comodità lo riporto anche qui sotto.
    —————-
    La mia opinione è in sostanza molto simile a quella espressa da Paolo di passaggioalbosco.blogspot.com.

    Secondo me, tutte le decisioni prese per riorganizzare TocqueVille non sono state precedute da un’adeguata campagna d’informazione verso i cittadini.
    La “redazione” di TocqueVille è in possesso delle email di tutti i cittadini e perciò sarebbe stato possibile – e molto più efficace – inviare uno o più messaggi agli aderenti a TV per coinvolgerli maggiormente nelle decisioni: magari per organizzare qualcosa di simile a ciò che si fece quando si trattò di scegliere il nome della città.
    Con questo non è detto che si sarebbe ottenuto un “ritorno” consistente. Ma sicuramente avrebbe giovato moltissimo all’immagine della redazione.
    Mi dispiace dirlo, ma la mia sensazione è che ci sia stata troppa poca trasparenza e quindi una sorta di mancanza di rispetto nei confronti dei cittadini.
    E la trasparenza è secondo me la vera questione che viene molto prima di qualsiasi disquisizione su formule societarie o quant altro.
    Perciò non mi meraviglio che alcuni cittadini abbiano abbandonato la città sbattendo la porta.

    Quel che è accaduto non è affatto bello perché, come dice il proverbio, “chi ben comincia è già a metà dell’opera” e, per esperienza vissuta, vi assicuro che questo “detto” non ha MAI sbagliato.

    Perciò, per quanto può contare il mio parere di piccolo blogger, chiedo alla redazione di fermarsi un attimo per tentare concretamente di “recuperare” il possibile. Soprattutto in termini di trasparenza e coinvolgimento dei cittadini di TV, che sono la VERA anima della città e che, per questo, meritano di essere adeguatamente informati in modo più DIRETTO (l’email) e non solo tramite dei post che hanno meno probabilità di essere letti.
    —————-

    Un saluto.

  10. Certo che appena qualcuno dice qualcosa… arriva l’avvocato di Mancia…

    Sospetta la cosa 😉

  11. Repetita juvant

    Non mi stupisco affatto della decisione di Sorvy!

    A buon intenditor…

  12. Caro Friedrich, non potrei polemizzare mai con te. Mi scapperebbe da ridere all’istante. Come anche litigare con Paolo. E’ praticamente impossibile. Voi siete degli amici. Amici veri e lo rimarrete in ogni caso. Anche in questa occasione che ci vede con idee contrapposte. Quando litigo con gli amici dopo pochi secondi mi scappa da ridere. Quindi non è un tono arrabbiato il mio. Anzi sono finalmente rilassato, leggero e libero adesso che ho fatto quello che da almeno sei mesi avevo voglia di fare. Quello che ho scritto, all’epoca del commento che hai riportato, è esattamente quello che era il progetto di tutti noi. Non solo il mio. Paolo di Lautreamont è quello che ha fatto più di tutti se è per quello. Viaggi su viaggi. E anche, temo, parecchi soldi spesi. Non mi sono mai vantato di niente. Quindi non ti preoccupare che non è per voglia di riconoscimenti (che non ho) che me ne sto andando. Anche a Sestri ho spento gli applausi “al fondatore” quando sono stato citato(ti ricordi Paolo?). Io non ho fatto nulla. Il merito non ce l’ho e non lo voglio neanche avere adesso che me ne sono andato. Se l’ho scritto è solo per rocordare lo spirito dell’INIZIO. Che non è lo stesso dell’inizio di TOCQUEVILLE DUE.
    Passiamo al punto:
    Chiedo CONCRETAMENTE (come dice Paolo) e non con le chiacchiere che prima di fare una srl o di trasformare in qualsiasi modo il progetto iniziale, si chieda il permesso a ciascuno dei cittadini (io oramai sono un ex cittadino) e si riparta da zero.
    Perchè non ci si fregia della commessa dei “mille blog” con un contratto cambiato. Occorre rifirmarlo. Uno ad uno tutti i blog devono rifirmarlo. Tu che sei avvocato spero che coglierai la “metafora” del contratto per capire che non è giusto cambiare il progetto in corso. Su questo mi aspetto qualcosa da parte vostra. Che non siamo cavilli giuridici (sono ignorante) o cose “concrete” che scavalchino le questioni di principio. Fondamentali per un aggregatore che dei prinicipi e degli ideali comuni fa un elemento fondante. Poi, cari, Friedrich e Paolo, spero vogliate rimanermi amici. Al di la di tutto. E qualsiasi cosa accada fra noi.
    Un abbraccio Mario

    p.s.: Si, forse, con Frinarelli ci sono andato pesante. Ma sinceramente se l’è proprio cercata: Leggere quel “si aspetta di conoscere più dettagliatamente i particolari sugli altri sottoscrittori – chi sarà mai il personaggio di spicco “di garanzia” per me? (Ruini? Non disperiamo di ciò).” MI SEMBRA SCIOCCO E SOPRATTUTTO IL NOCCIOLO DELLA QUESTIONE RISOLTA IN UNA BATTUTA DEMENTE.
    Chi garantisce? cosa si garantisce? Chi decide? Cosa si sta decidendo? Cosa sarà Tocqueville due?
    Starci dentro al buio e felice di starci è da pazzi. Per questo ho dato dare del cretino al mio amico Frinarelli. Lo chiamerò al telefono e gli chiederò scusa. Spero che il mio gesto di uscire da Tocqueville serva a tutti per capire che tipo di salto nel buio si stia facendo senza il coinvoglimento di nessuno (a parte quelli che Frinarelli chiama “LA CORDATA”).
    Sorvy

  13. Tu non esci da YocqueVille semplicemente rimani nella Right Nation.

  14. Caro Rob hai “centrato il bersaglio”! 🙂

  15. Da quel che capisco è stata lanciata, con successo, un’OPA su Tocqueville da parte di una cordata di minoranza, priva di adeguati capitali (di idee e umani).
    E questo Mancia, che non so chi sia, dovrebbe appartenere alla categoria dei Tronchetti Provera.
    E’ inutile prendersela: il Tuo destino (e anche il mio), caro Sorvy,è quello di cantare, in ogni avventura nella quale ti butti:
    “Dateci i gettoni, ho, ho, ho, ho”
    “Questa C…L è una camera a gas … la, la la, la”.

    Se vuoi, posso fare io il tuo nuovo agGREGatore.

    Ciao, Greg

  16. Mario, porca zozza, anche con questo post il mio blog non è neanche arrivato a sessanta contatti giornalieri. Una volta tiravi di più…

  17. Ah, già, il complotto demo-giudeo-plutocratico e pure massonico. Come no…

  18. Jimmomo, commenta da Andrea. Su, fa un passettino.

  19. Dai Paolo non essere cattivo… sono 12 giorni che Punzi sta tentando diarticolare un commento… solo che senza Pannella che detta gliè riuscito solo quello.

    Però gli sforzi vanno incitati.
    Bravo Jim! Hai visto che la tastiera scrive lo stesso?

  20. Ha ragione Robinik. E’ un giorno triste, anche per me.

    Un saluto, Luca.
    [“famosa sua lista dei 100 blog (3 febbraio 2006)”. 2005, non 2006 :-D]

  21. Ciao Luca P. Ho già corretto la data! ;-)))
    Mannaggia a me e quanti strafalcioni facxio … facio… faccio.
    Ehi, Luca P. Tu eri nella famosa lista dei 100. E sei nella nuova lista dei 100.
    Non c’è incompatibilità fra l’essere di TQV e di TRN… a meno che non arrivi una scomunica fulminante da JimMomo e clericoradicali vari (i vincitori su tutti i fronti di Tocqueville).
    Ti aspettiamo e mangeremo il vitello grasso per te … appena ti iscrivi. GRANDE LUCA P. !!!!
    Sorvy

  22. Ciao JimMomo, che onore averti nei miei commenti. Quante pugnette ti sei fatto ieri sera in mio onore?
    HAI VINTO TU SU TUTTI I FRONTI. Avvisa Pannella e Capezzone. A questo punto può entrare dentro anche il tuo amico Malvino.
    Avvisa la donna delle pulizie di Radio Radicale che l’ufficio del vicepresidente di Tocqueville (tu) ha il pavimento un pò scivoloso. Con tutte quelle seghe!!!
    Godetevi la vittoria insieme alla “cordata”. Salutam’a Mancia!!!
    Sorvy

  23. Frinarelli mio, se non riesci a raggiungere i 60 ingressi neanche stavolta che cos’altro devo inventarmi????
    Comunque vedrai che appena arrivi nella The Right Nationn i tuoi ingressi schizzeranno a 600 giornalieri… altro che 60!!!
    Il bene che ti voglio è proporzionale allo strapazzamento . Con quel “fesso” ho raggiunto il massimo della passione amorosa. Ciao, amore mio. Sorvy

  24. Greg, Tronchetti Provera? Telecom? Parmalat? Azioni Argentine?
    Nooooo … qui lo scandalo è di gran lunga maggiore.
    Non è una questione economica, ma morale. E’ come quello che chiede i voti per Berlusconi prima delle elezioni e poi li regala a Pannella dopo le elezioni. Si, l’esempio calza bene. A pennello.
    Sorvy

  25. Friedrich… passato ? Su con la vita…
    In fondo ci stiamo divertendo tutti. O no?
    SORVY

  26. grande sorvy! siamo sempre con te!

  27. Daverik, Watergate, Durand, Paolo, Alef, Otimaster, Kagliostro, Robinik, il Miscredente e anche tu Greg… grazie per il vostro appoggio. Mi sento addosso lo stesso entusiasmo degli inizi. THE RIGHT NATION… anche il nome è lo stesso. Anche i compagni di avventura sono gli stessi, non tutti ma molti degli inizi sono gli stessi. I MIGLIORI.
    Adesso basta pensare a Tocqueville… noi stiamo facendo la RIGHT NATION ITALIANA. Quella vera. Delle confusioni (furbe) altrui NON CE NE PUO’ PIU’ FREGAR DE MENO.
    Che scelgano pure di vendere a Pannella (a mezzo JimMomo) il giochino e ai venditori di enciclopedie porta a porta (Andrea Mancia)per vendere la “sola” dei mille blog in cambio di carriere politiche. IDEAZIONE SI é tenuta alla larga. Vorrà pure dire qualòcosa questo… o no??? Mancia vuole creare associazioni, srl, raccolta pubblicità e Think Tank autonome da IDEAZIONE. Hmmmmmm! Troppa, ma veramente TROPPA PUZZA DI BRUCIATO. Noi avevamo scelto IDEAZIONE quando ci siamo aggregati. E adesso ci ritroviamo Mancia senza IDEAZIONE con una costruenda Associazione di cui non sappiamo nulla. UNA SRL DI CUI LUI DETIENE OLTRE IL 50% delle azioni. JimMomo, Cantor e Inyqua (leggi RADICALI) fra il 15 e il 20%. Basta aprie gli occhi ai poveretti che non l’hanno ancora capito. TOCQUEVILLE E’ ROBA RADICALE.
    Non col nostro nome.
    VIA DA TOCQUEVILLE !!!!!!!!!!!!!!!!!

  28. ah ah… bellissimo questo commento.

  29. Caro Sorvy,
    ti ringrazio innanzitutto per la tua manifestazione di stima.
    Ma colgo anche l’occasione per farti presente che hai ancora un mio commento (a questo tuo post) in moderazione.
    Puoi rimediare?

    Grazie e ciao.

  30. Sorvy…che dire…sono sempre stato ai margini e non conto un cazzo in TV. Ma me ne vado. Aderirò anche io a The Right Nation. E già che ci sono, per esserne maggiormente all’altezza, cerco un co-blogger. Ciao

  31. “E’ un giorno triste, anche per me.” Lo è stato, perché dopo tanto riflettere sono uscito anche io da Tqv.
    Ora per un po’ preferirei stare fuori da tutto, anche perché ancora non ho deciso cosa fare del mio blog, sonnecchia da tempo ormai…

    😀 Ti ringrazio, ciao!!!

  32. Il mio blog da 20 visite al giorno non farà certo la differenza ma in ogni caso ho capito che il mio posto è nella TRN e non in TV, bravi ragazzi, vediamo se per una volta in Italia si riesce a creare qualcosa di pulito.

  33. Caro Miscredente … se solo sapessi cosa vuol dire “AVERE UN COMMENTO ANCORA IN MODERAZIONE”. Non ho assolutamente idea di cosa io debba fare. Abbi pazienza. Sono la persona più antitecnologica del mondo. Il fatto che io abbia un blog è puro miracolo.
    😉 Sorvy

  34. Raff, Luca P, Buonsenso… GRAZIE DI CUORE!

    Sorvy

  35. Ma tu guarda...

    Si firma Fried, cioé fritto.

  36. Quello di Prima

    Senta, egr. sig. Sorvegliato Speciale, io avrei voglia di prenderla a scarpate per gli insulti al buon vecchio Immanuel, ma sono magnanimo e quindi soprassiedo. Più che altro, vorrei dirLe di lasciar perdere ‘sta storia di Tocqueville. Non si faccia venire il sangue amaro. Nella vita c’è sempre qualche furbastro come il sig. Mangia (sic) che frega la gente perbene. Voglio dire che la persona perbene si fida e il furbastro ne approfitta per tramare nell’ombra. E poi quello che si era fidato si trova di fronte al fatto compiuto e dice: “O cacchio…M’ha fregato”. Tutto ciò succede spessissimo e, naturalmente, tutto ciò è molto penoso perché, nella maggior parte dei casi, non c’è modo di ottenere giustizia e il furbastro la fa franca. E però, secondo me, è meglio dimenticare e ricominciare. Ricominciare e lavorare sodo per costruire altro, perché se lasciamo ai furbastri il ruolo di think-thank del centrodestra, beh…il centrodestra è rovinato! Non le pare? Ossequi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...