CHE FATICA PER TOCQUEVILLE “STARE COL PAPA”.

NO. NUN CE VONNO STA.

Anche quando dicono di “starci”, nun ce vonno stà.

Loro stanno col Papa, al massimo per una questione di “libertà di parola”. E certo. Quella libertà non si nega a nessuno. Neanche al proprio peggior nemico.

Noi stiamo col Papa per quello che pensa, per quello che dice e per quello che rappresenta.

Il discorso del Papa a Ratisbona è perfino uno dei cinque manifesti fondanti la Right Nation (gli altri 4 sono: l’appello sull’educazione, il manifesto per l’Occidente di Marcello Pera, il libro “Io amo l’Italia” di Magdi Allam, il libro di F. Revel “L’ossessione antiamericana”).

Loro no!

Tant’è che dopo quasi un mese dal discorso di Ratisbona si sentono costretti, e solo per una “paziente battaglia di Gino“, a raggiungere un compromesso “digeribile” per tutti:

modificare il banner originale (quello del gruppo di blog aderenti a Samizdat, a cui Gino appartiene, e che pure rappresenta una parte importante dei cittadini di Tocqueville)

da così:

a così:

E l’unico modo per chiarire che loro stanno col Papa… ma  solo “per la libertà di parola” che deve essere riconosciuta a chiunque. Pare che sia proprio l’unico motivo di solidarietà quello del diritto di parola. Ma non entrano dentro quella parola. Dentro quel “Logos”. Il discorso più importante che sia mai stato pronunciato negli ultimi decenni sull’Occidente, sul rapporto fra fede e ragione, sul perchè la fede non è nemica della ragione ma anzi ne è la maggiore alleata.

Dimostrazione di ciò è il continuo maldipancia nel gruppo di redazione. Il tardivo bannerino opportunamente modificato non ha infatti evitato i distinguo e le precisazioni della leadership “anticlero” della redazione (pare che tutti gli anticlericali di Tocqueville si concentrino infatti in redazione). Leggere per credere: JimMomo (il viscelarissimo anticlericale), Inyqua (l’anticlericale morbida, idem), Daw (che scrive “chi vuole capire capisca”… e chi deve capire? … cosa bisogna capire? ) e impensabilmente anche il mio mito numero uno, che non cito e non linko per il rispetto e la stima che gli porto da quando lo leggo e lo amo (cioè da sempre), ma ahimè ha linkato il peggio della produzione propagandistica di Radio Radicale . Praticamente mancava solo la presa di distanza di Andrea Mancia (con la sua fettona della torta) e oplà , il 100 della srl di Tocqueville e bell’e dissociata dalla iniziativa di Tocqueville stessa (o di Gino e basta?).

Il distinguo alla solidarietà – già tardiva, già di facciata, già maldigerita – è molto peggio della mancata solidarietà.

Tutto questo per ribadire che il Sorvegliato e gli oltre cento blog di The Right Nation stanno col Prof. Ratzinger ancora prima che col Papa, per lo stesso motivo per il quale a Tocqueville “nun ce vonno sta”. La condanna del relativismo culturale e la condanna del nichilismo e del rifiuto della sacralità della vita . Questo ai redattori proprio non va giù!

Tocqueville non si sa cosa è, nè verso dove sta andando (senza più ideazione come garante e punto di congiunzione, chi sa più che cosa è? La cosa di Mancia & JimMomo, Di Inyqua & Cantor? Una cosa che non si sa cos’è ma certo è radicaleggiante, relativista e fortemente nichilista).

Bisognerebbe avere il coraggio di dire quello che si è. Dire di che pasta si è fatti, a quale cultura si appartiene, quali maestri si hanno, a quale identità si tende.

Loro “nun ce vonno sta”?

Noi si!

Annunci

12 risposte a “CHE FATICA PER TOCQUEVILLE “STARE COL PAPA”.

  1. certo che da quando se passato a wordpress caro Sorvy non ti si caca più nessuno….
    manco i trolls.
    che tristezza

  2. Sorvy,
    TocqueVille è anche liberale, tu no. Me lo hai detto tu, questo, e il problema è tutto lì.
    Fried

    P.S.Buon proseguimento della propaganda, posso chiamarla “progetto fico secco”? [N.B. Battuta comprensibile a pochi intimi]

  3. grazie per il riconoscimento caro Sorvy, ma parlare di “battaglia” mi pare eccessivo: una normale proposta che e’ stata discussa civilmente e approvata alla quasi totale unanimita’.
    ciao.
    😉

  4. possibile che teo, friedrich e gino (aguzza la vista Gino!!), per non parlare degli altri che in questi giorni hanno affollato i loro blog, riescano solo a postare due righe di commento sulla mera procedura dell’immissione del bannerino del Papa e non comprendono che tutto il cuore della vicenda sta nella domanda intorno a dove si fonda quella libertà di parola che “anche al papa non si può negare” come ha impudentemente scritto qualcuno della redazione di tqv.
    Rispondete a questa domanda, rendete manifeste le vostre ragioni, i sentimenti e le idee che agitano i vostri blog, diteci se state con il Papa per quello che ha affermato e afferma o tanto per il sostegno che non si nega a nessuno degli attori del dibattito contemporaneo, come fosse un beppe grillo o malvino qualsiasisi! ditecelo soloni di tqv su quale Ragione, Logos e senso si fonda la vostra vita e financo l’esercizio di smanettare con la tastiera di un computer. tutto il resto è fuffa, sega mentale.

  5. Fausto g. sei un mito!
    Tutto il resto sono seghe mentale, o per dirla alla Friedrich: FICHI SECCHI!
    Tocqueville è alla frutta. Anzi no: ai fichi secchi.
    Grazie ai radicali e a chi pensa di conviverci in nome del moloch “liberale” (parola tanto abusata quanto insignificante) oramai Tocqueville è alla FINE. Oramai stanno iniziando a volare gli stracci anche nella cosidetta (e mai eletta) “redazione”.
    Il bannerino di Gino è stato modificato. Perchè?
    Perchè si sono dissociati così tanti redattori?
    Perchè JimMomo è andato su tutte le furie perchè non gli è stato chiesto il suo preventivo parere?
    Allora ho ragione io a dire che JimMomo nasciosto dietro le spallone di Andrea Mancia E’ IL VERO CAPO DI TOCQUEVILLE!
    E allora perchè non dirlo?
    Caro Friedrich, che due-palle sta questione dei LIBERALI. Non ne posso più…
    Tutti si dicono liberali. Allora vuol dire che è una parola vuota come “pace”, “correttezza”, “giustizia” … chi in Italia non si dice pacifico, corretto, giusto e … appunto liberale? Pure Bertinotti distinguo tra liberalismo (buono) e iperliberalismo (cattivo).
    No, io no sono liberale. Voglio dare un senso al mio essere. Io sono innanzitutto cristiano.
    Le formule politiche di qualsiasi genere esse siano, non mi sono mai piaciute. Le lascio a te.
    Usa pure questo commento per farmi “la Guerra”, come prontamente mi hai preannunciato. Ti riterrò lo stesso un amico.
    Ritienimi pure un tuo nemico. Sei perdonato in partenza, amico!Di te penso che sei una bravissima persona. Mi dispiace che persegui una difesa impossibile di ciò che oramai è divenuto indifendibile. Ma ti rispetto.
    Di Tocqueville mi importa “un fico secco”. Essendo tocqueville diventata oramai un fico SECCO, ma SECCO assai.
    Il mio è puro divertimento. Vedere come le contraddizioni interne non risolte vi stanno esplodendo tutti i giorni fra le mani.
    L’unica cosa che vi tiene insieme, non essendo la cdl, non essendo la scelta di una qualsiasi tipo di manifesto culturale o ideale, non essendo una idea politica, non essendo niente di niente, è rimasto l’americanismo, ma non ne sono neanche tanto sicuro. Un pò poco direi… o no?
    Sorvy

  6. Gino, a me risulta che metà degli aggregatori erano incazzati come una biscia per quel bannerino ritoccato al solo scopo di non creare l’ennesimo conflitto interno.
    Ti sei chiesto Gino perchè hanno dovuto ritoccare il banner. Ti sei chiesto perchè così in ritardo?
    Ti sei chiesto perchè l’iniziativa è partita da te e non da un “redattore”?
    Ti sei chiesto che ci stai a fare in un aggregatore dove i radicali della redazione (50%) si sono prontamente dissociati dalla tua iniziativa?
    “Una normale proposta che e’ stata discussa civilmente e approvata alla quasi totale unanimita’” mi pare … come dire… un EUFEMISMO un pò troppo ottimistico.
    Abbiamo certe informazioni che dicono il contrario!
    Ma anche la Binetti è contenta di stare nella tana del lupo. Certi cattolici amano fiancheggiare e giustificare che li vorrebbe morti o peggio “inutili”. I contentini sono ancora peggio che l’abdicazione totale. Binetti docet!
    Sorvy

  7. Caro sorvegliato, che te devo dì, abbiamo dato il comando ai radicali? Non sapevo di tutto ciò.
    Con questo, io continuo ad accettare la discussione con loro, da vero liberale.
    Detto fra noi a me non da fastidio che abbiano modificato il banner.
    Mi urta il fatto che se fossero davvero coerenti non lo metterebbero nemmeno.
    Se la maggioranza della redazione è contraria perchè farlo?
    E perchè poi fare la gaffe di modificarlo?
    Solo per una ragione di immagine? E allora l’onestà intellettuale e la trasparenza dove vanno a finire?
    A questi radicali manca la coerenza, semplicemente.
    Del resto cosa ci si poteva aspettare da un soggetto politico che nelle ultime elezioni si vendeva (per sopravvivere) al miglior offerente, compremettendo una storia di indipendenza intellettuale avulsa dagli schieramenti ed incentrata sui referendum?
    Io non odio TV, perchè credo sia ancora una vetrina importante per tanti miei amici e per tanti intellettuali e blogger del centro-destra.
    Certo che mettere in mano una tale organizzazione ad una deriva intellettuale appartenente ad un partito di centro-sinistra mi pare un errore. Il tempo deciderà.

    Saluti
    Jake

  8. E la frase quotidiana del mitico Steyn quando la pubblichi?
    Sono due giorni che non lo citi e già mi manca.
    Le prime due frasi, soprattutto quella sulla bandiera, mi hanno “commosso”.
    A dò Steyn?
    Greg.

  9. Questo papa è ridicolo… Woytila almeno sembrava umano.

  10. Lei come si definirebbe?

    Coniare un aggettivo ad hoc rasenta l’impossibile…

  11. @ unoalgiorno
    quindi non sei solo una finta zoccola,
    ma anche una vera cretina.
    chapeau!

  12. Ti ho citato… essendo l’autore di quel banner mi ha fatto un po’ rabbia vederlo “taroccato” in questo modo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...