America Alone

Mi è arrivato oggi. L’avevo ordinato dieci giorni fa, è arrivato nel giorno migliore che potesse arrivarmi. Dopo la sconfitta (di medio termine …tranquilli, di medio termine!!!) di George W. Bush. Come conferma che l’America è grande. Tutta quanta. E ad oggi come lei c’è solamente lei (dem o rep cambierà poco). Appunto. America Alone.

L’unico dispiacere è che mi tocca tradurlo dall’inglese, quindi tempo di lettura, circa due mesi.

The End of the World as We Know It

 “L’America è la migliore e ultima speranza, come la definiva Abramo Lincoln. E’ l’ultima speranza per l’umanità contro un’Europa narcisista e assorbita nella generazione del piacere. In tutti i suoi difetti, l’America cresce e funziona. Se c’è un modello migliore, ditemi dov’è. La tragedia dell’America è chenon ha usato il suo momento per esportare i suoi principi in un modo simile all’Inghilterra all’epoca del colonialismo. L’America è la più benigna egemonia della storia. Il mondo può fare a meno del rap e dei cheeseburger, ma non delle idee americane su libertà individuale, federalismo, capitalismo e libertà di parola. “

Mark Steyn

Annunci

6 risposte a “America Alone

  1. la cosa straordinaria di questo Paese è che pur essendo figlio dell’Europa (anche se quella più “moderna”, quella inglese) ha saputo prenderne le distanze, migliorarsi e crescere da sola correggendo parecchi difetti del modello d’oltreoceano (cui comunque deve gran parte della sua cultura giuridica e quindi pure democratica).
    Il tutto in nemmeno 3 secoli!

    Sembra un bel libro e visto che non so cosa leggere…ci faccio un pensierino.

  2. grande sorvy! sempre avanti…

  3. Interessante la citazione di Lincoln , che se non vado errato era quel simpatico tizio che dichiarata la guerra contro il Sud, ne approfittò per chiudere (nel Nord) oltre 300 giornali di opposizione (caspita, ecco perchè i radicali di Pannella hanno un debole per gli stati uniti ! : vedi post successivo), incarcerare migliaia di cittadini del Nord contrari alla guerra in veri e propri campi di concentramento; con due diverse «leggi di confisca» sequestrò i beni degli oppositori, ed espulse il senatore Clement Wallandigham, democratico.
    I suoi eserciti finirono per ammazzare 300 mila americani confederati, un quarto della popolazione maschile adulta del sud. Beh sinceramente spero che l’america di chi scrive libri come questo sia sempre più sola e soprattutto isolata.
    Grazie a Dio sta venendo sempre più “invasa” dai latino-americani che si stanno riprendendo quello che i gringos avevano rubato.

    OgM

  4. @fang: grande commento

    @sorvy: un libro eccellente. l’ho avuto un mese fa e ora me lo rileggero’. sto traducendo la recensione di hanson.

  5. (ho inserito uno smiley dopo “grande commento” ma non si vede:
    http://img120.imageshack.us/img120/4379/hystericalmk1.gif)

    ciao – v.

  6. Ho letto OGM. Un disastro la guerra civile americana. Preferiva la schiavitù così non c era problema di manodopera? I latini in USA hanno la rivincita? Beh si, votando in maggioranza Busch sono al governo da due legislature. Ma parliamo di America Alone: straordinario libro che in Italia nessuno commenta. Abbiamo paura anche di parlarne del problema arabo? Par di sì. Bad

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...