Battute da gobbo.

 

“Noi senatori a vita dobbiamo sparire? Io tocco ferro” ha dichiarato oggi Giulio Andreotti in seguito alle contestazioni in senato nei loro confronti da parte di esponenti della casa delle libertà. L’indecenza di avere dei senatori a vita che valgono quanto i senatori eletti viene contestata dallo stesso senatore a vita Francesco Cossiga che però reclama una pensione d’oro degli ex Presidenti della Repubblica come risarcimento dell’eliminazione della figura di Senatore a Vita. 

 L’ironia del noto gobbo è sempre più triste. Invece di concentrarsi sulla sua partigianeria, magari dichiarandola senza falsi pudori, invece di capire quanto è decisivo il suo voto di parlamentare NON VOTATO dal corpo elettorale, che insieme a quello della babbiona in naftalina e al vecchio povco dalla evve moscia e ad altri 4 (guardacaso tutti e sette i senatori a vita votano pro-centrosinistra… porcaccia democrazia italiana!!!), invece di permettere a questo governo di varare la peggiore finanziaria del dopoguerra, si mettono a fare battute fuori luogo. Non c’hanno vergogna!

No, non vogliamo che spariate dal senato. Vogliamo che almeno non facciate battute fuori luoghi, vecchi stronzi!

Annunci

14 risposte a “Battute da gobbo.

  1. decisamente meglio adesso…

    comunque ribadisco quel che ho detto prima; anzi, prima condivido tutto ciò che hai scritto; vabbè…Andreotti è camaleontico: finchè il centrodestra si schierava con lui durante il macello giudiziario è stato buono…oggi invece, sta coi carnefici…
    probably perchè rispondono ai suoi criteri di politica economica…?!
    boh…

    questi vegliardi sarebbe bene toglierli dalla carta Costituzionale…

  2. sei troppo incazzato, sorvy.
    su questa storia dei senatori onorari si dovrebbe essere più distaccati. Se continuano così fanno un favore al Paese. Ogni giorno svelano ai più che il nostro sistema costituzionale e di potere è da cambiare, specie quando i tanti coglionetti (e purtroppo anche chi non lo è stato) andranno mogi mogi alla posta a pagare il bollo auto, in farmacia a prendere qualche medicinale, al pronto soccorso con un forte mal di pancia chè il loro medico è irrintracciabile, a pagare l’inps e l’Ici, quando gli arriverà il foglietto della loro busta paga, quando prenderanno il treno e gli arriverà la bolletta del gas, quando dovranno pagare il falegname con un assegno che la banca gli farà pagare almeno un euro, quando andranno a fare la revisione dell’auto, quamdo…., allora la parola stronzi ai senatori a vita sembrerà una carezza.

  3. Non si diventa senatori a vita per caso.
    Si diventa senatori a vita dopo decine di legislature; si diventa senatori a vita dopo aver occupato centinaia di poltrone.
    Ma per riuscire in tutto questo bisogna stare sempre al centro, immobili, oscillando un pò di qua’ e un po di là, a seconda del vento, accontentando un pò tutti; insomma bisogna essere animali politici al 100%, dotati di un grande istinto di autoconservazione.
    E’ inutile essere ipocriti, chiunque bazzica all’interno dei palazzi del potere è un potenziale senatore a vita; per cui, mentre le critiche che provengono fuori dal palazzo (come quelle di questo blog) sono stucchevoli, quelle che provengono dall’interno del palazzo sono a dir poco ridicole.

    E’ ipocrita prendersela con i senatori a vita!
    Ve lo immaginate un governo, democraticamente eletto (sia pure con la legge elettorale più indecente che l’italia abbia mai avuto), che cade per colpa dei senatori a vita?
    Ma dai, siamo seri, il problema vero non sono i senatori a vita; il problema vero è costruire un’alternativa seria e credibile a questa sinistra, che non spacchi ancora una volta il paese.
    Più che con i senatori a vita, io me la prendo con quanti (quasi tutti) non stanno approfittando della difficile situazione politica in cui versa il nostro paese per mettere mani ad un progetto politico serio ed ambizioso che guardi, prima di tutti, agli interessi del paese.

    E comunque, grazie di esistere, Giulio Andreotti!

    Greg.

  4. 1 “oscillano un pò di qua un pò di là” … mai visto oscillare a destra il gobbo. Almeno del 1994 ad oggi. Mai una sola volta.
    2 Dire che criticare i senatori a vita perchè decidono le sorti politiche di un paese (far cadere e permettere ad esistere un governo ha la stessa reponsabilità!!!) ti sembra “stucchevole” è un modo per non rispondere ai contenuti della polemica. Cosa significa “stucchevole”? I don’t know. Usare aggettivi con un certo significato, please! E comunque aggettivare in modo appropriato.
    3 La babbiona non ha certo meriti politici per la sua elezione a senatrice a vita. Una carica onorifica per ricerche scientifice (neanche tanto importanti) dovrebbe evitare di fare la pazdaran Komunista come sempre ha fatto (anche nei decenni passati). Nessuna l’ha eletta nè come Komunista, nè come scienziata, nè come senatrice.
    4 – I senatori a vita se fossero “superpartes” dovrebbero votare una volta pro governo e una volta contro il governo, spessissimo si dovrebbero astenere, e comunque mai fare tutti un “fascio” all’unisono come oggi. Questo si che è imbarazzante!Senatori a vita compatti contro una parte politica e a favore di una altra a me imbarazzerebbe. O no? Nella scorsa legislatura si dividevano, si ricompattavano, votavano spesso no, alcuni si, molte volte non venivano. Spessissimo si astenevano. Con questo senato (e con pochi voti di scarto fra le due parti) sono determinanti. Sorge il sospetto che chi era comunista (4 su 7) lo è rimasto. Chi non lo era (gli altri 3) si sia fatto “comprare” come un sen. Pallaro qualunque.
    … ma forse sono “stucchevole”.
    😉 Sorvy

  5. 1 “oscillano un pò di qua un pò di là” … mai visto oscillare a destra il gobbo. Almeno del 1994 ad oggi. Mai una sola volta.
    2 Dire che criticare i senatori a vita perchè decidono le sorti politiche di un paese (far cadere e permettere ad esistere un governo ha la stessa reponsabilità!!!) ti sembra “stucchevole” è un modo per non rispondere ai contenuti della polemica. Cosa significa “stucchevole”? I don’t know. Usare aggettivi con un certo significato, please! E comunque aggettivare in modo appropriato.
    3 La babbiona non ha certo meriti politici per la sua elezione a senatrice a vita. Una carica onorifica per ricerche scientifice (neanche tanto importanti) dovrebbe evitare di fare la pazdaran Komunista come sempre ha fatto (anche nei decenni passati). Nessuna l’ha eletta nè come Komunista, nè come scienziata, nè come senatrice.
    4 – I senatori a vita se fossero “superpartes” dovrebbero votare una volta pro governo e una volta contro il governo, spessissimo si dovrebbero astenere, e comunque mai fare tutti un “fascio” all’unisono come oggi. Questo si che è imbarazzante!Senatori a vita compatti contro una parte politica e a favore di una altra a me imbarazzerebbe. O no? Nella scorsa legislatura si dividevano, si ricompattavano, votavano spesso no, alcuni si, molte volte non venivano. Spessissimo si astenevano. Con questo senato (e con pochi voti di scarto fra le due parti) sono determinanti. Sorge il sospetto che chi era comunista (4 su 7) lo è rimasto. Chi non lo era (gli altri 3) si sia fatto “comprare” come un sen. Pallaro qualunque.
    … ma forse sono “stucchevole”.
    😉 Sorvy

  6. Non ce la faccio più a non nominarlo.
    Se Berlusconi decidesse da domani di fare il capo dell’opposizione e rinunciasse finalmente alla carica di Presidente del Consiglio Prodi cadrebbe dopo qualche secondo, alla faccia di tutti i senatori a vita.

    Greg

  7. … e perchè dovrebbe rinunciare a candidarsi a presidene del consiglio il leader del primo partio dell’opposizione (oltre che del primo partito italiano). Chi lo dice che se rinunciasse a candidarsi lui e facesse posto a un Casini qualsiasi allora Prodi cadrebbe subito? E perchè non Fini? Oppure Bossi? Chi lo dice? Insomma la democrazia in Italia si fa con i voti dei partiti. E fino a prova contraria senza Berlusconi la cdl non avrebbe maggioranza.
    Quello che dici te non è supportato da alcuna valutazione “scientifica”. Hai in mano qualche sondaggio? Oppure è una percezione tua come quella dei bambini che bari muiono di fame per mancanza di latte… mai provato! E infatti adesso di bambini senza latte e di povertà estrema non se ne parla più. Io non dimentico i tuoi isterismi pre-elettorali. Certe affermazioni GRAVI (fame di bambini) non dovrebbero essere utlizzate come fossero clave da faciloni supporter dell’attuale governo… e poi dimenticarsi dell’accusa… Insomma caro, Greg, la realtà è una casa e i desideri sono un’altra. Tu vorresti una sinistra senza Komunisti e senza Prodi, senza Diliberto e senza Pecoraro Scanio, senza la Bindi e la Turco (senza cioè l’ottanta per cento dell’Unione) e una destra moderata senza Fini, Bossi e Berlusconi, senza il tuo odiato Tremonti e senza Bondi, senza Schifani e senza Elio Vito, senza cioè l’ottanta per cento della cdl.
    Sai cosa rimane? Casini e Mastella, De Mita e Andreotti. E tu pensi che esista la possibilità di una “maggioranza del genere”. Andreotti con un disegno simile raccolse il miserrimo 1,5%. Meno di un Di Pietro. Meno di un Pannella.
    Fattene una ragione: O Berlusconi o questo governo. Non mi hai ancora detto quali dei due è il meno peggio. Noto però con stupore e un pò di rabbia (lo confesso) che hai smesso di piangere sul latte mancante….

  8. “O Berlusconi o questo governo”.
    In questo momento sono alle prese con questo dilemma sia BOSSI, Fini e Casini (cioè l’80% del Polo), oltre che Mastella, Rutelli ed una bella fetta dei diesse (cioè l’8o% dell’unione).
    Ma siccome nessuna delle due soluzioni convince le persone che ho innanzi indicato, ecco che continua a farsi strada prepotentemente l’idea delle larghe intese, del governissimo (altro che 1,5%).
    E probabilmente è proprio questa la soluzione migliore!!!!
    Quale altro governo, se non una grande (democristianissima) coalizione, può mettere mano alle riforme strutturali, ad una nuova legge elettorale ed alla riforma della costituzione???
    Prodi e Berlusconi fanno già parte del passato; te ne sei reso conto o ancora no?

    Greg

  9. Sorvy..
    sei sparito?
    C’era una birra in giro?

  10. no Arca, la birra è a metà strada fra a me e te. Diciamo a 1/10 da te e 9/10 da me.
    Segue mail con istruzioni alcooliche.
    😉

  11. Greg, stavolta ai piasciato tutto da fuori. Manco un goccino dentro. Sbagli le percentuali. Sogni l’impossibile. Dici di preferire Bossi e Fini a Berlusconi ma poi li fai alleare con Mastella e Rutelli con una bacchetta magica (e ci aggiungi mezzi DS). Col risultato fantastico di fare spaccare i diesse in due (a che pro?). Emarginare il partito più grosso d’Italia oltre che centrista (che ti piaccia o no stiamo parlando del Partito che è nel PPE, di centro e che verrebbe messo ai margini di un governo istituzionale… dove lo hai visto questo FILM?)
    Poi sbagli le percentuali. Ammesso che Fini abbandoni Berlusconi per andare in braccio a Casini e Bossi (ma Bossi ci starebbe?), senza Forza Italia (che tu vedi come l’unica peste NERA) la percentuale del tuo film dei sogni sarebbe intorno al 35% della CDL (con gli ultimi sondaggi F.I. rappresenta il 65% della CDL vedili tutti… compreso quelli di Repubblica: F.I è al 28% pari al 65% almeno di tutta la cdl).
    Dall’altra parte, tu metti insieme l’assurdo: spezzoni dei DS insieme a mezza Margerita e al potentissimo Mastella. Il quale, poverino, non supera il 2% (ad esclusione delle tue parti). Il risultao è fantastico. Al solo scopo di fare fuori la sinistra-sinistra e Forza Italia metti insieme Bossi e D’Alema, Fini e la Bindi, Casini e Pannella. Sai che realismo!!!!
    Ma con l’aumento delle canne ad uso personale possibile che a Bari vendano ancora robaccia tagliata così male. Cambialo sto spacciatore, và…
    Un salutone sobrio, il tuo affezzionatissimo sorvegliato speciale.

    p.s.: questo blog senza i tuoi commenti “fantastici” (nel senso letterale) non sarebbe più lo stesso. Ti prego continua ancora!!!!

  12. Greg, volevo dire affezzzionatissimo e non affezzionatissimo. Afezionatissimo poi sarebbe stato una misura ancora meno adatta al bene che ti voglio.
    Sorvy

  13. Era ovvio, almeno per me, che a Bossi Fini e Casini sono pronti ad unirsi la stragrande maggioranza dei parlamentari di Forza Italia (che è composta da democristiani purissimi), pronti a dare il proprio sostegno ad un governo di large intese nel caso in cui il proprio capo decida di fare veramente un passo indietro.

    Secondo l’articolo pubblicato oggi da Libero (che domani promette di pubblicare la seconda parte dell’intervista) sembra che Berlusconi in persona abbia fatto uso delle mie stesse canne.
    Le avrà acquistate a Bari?

    Ciao, affezzionatissimo Greg.

  14. No, viste le smentite. Evidentemente questo gioco a chi vorrebbe superare la realtà dei fatti con i desideri impossibili (berlusconi … ahhh se non ci fosse più …) dura da troppi anni. Lo hanno fatto tutti: dalla magistratura, ai giornali, alla sinistra, ai democristiani, ai retrscenisti…Mi pare che di smentite ne hai avute anche troppe. Con Berlusconi è difficile scommettere. La mette sempre in culo a tutti (la metterà in culo anche a Feltri, no problem). Prima o poi. Ti ricordi prima delle elezioni cosa dicevi tu riguardo alla fine politica di Berlusconi e allo scioglimento come neve al sole del Partito di Forza Italia? Ti ricordi come te la godevi? “Ha i giorni contati”. e poi “Dopo la sconfittona elettorale dimenticheremo quel nome odioso : BER-LU-SCO-NI”. Il risultato è che Berlusconi esiste e resiste come un leone (a dispetto di amici e nemici) molto meglio adesso di quando era al governo, che Forza Italia accresce i sui consensi confermandosi il partito più votato d’Italia e se si votasse oggi tornerebbe alle proporzioni del 2001 (30%), i democristiani (quelli che piacciono a te), che lavorano troppo di fantasia, finiscono poi come Follini. Te lo ricordi Follinicchio. Il tuo eroe? Che fine ha fatto? Vive ancora? E quel disperato di Casini? Dove pensi che possa andare. Si sta bruciando da solo il futuro. E l’ha pure capito … quindi vive di astio e di rabbia (cattivissime consigliere in politica). La verità caro mio è che una CDL senza Berlusconi non reggerebbe due secondi. E’ per questo che la sinistra ne ha fatto un menico assoluto. Fini e Bossi lo sanno. Forza Italia pure. L’elettorato lo ha chiarissimo. Tu dici che Forza Italia è un partito pieno di democristiani (Pisanu). Si, ma tanto quanto di socialisti (Stefania Craxi), ex-comunisti (Bondi), ex-liberali (Biondi). Quello che non hai chiaro è che però soprattutto è stracoma di neo-FORZITALIANI. Questo piccolo errore lo fanno tutti, ma prorpio tutti. E’ più facile che spariscono tanti altri partiti storici piuttosto che sparisca F.I. Fate sempre i conti senza l’oste. Il tempo passa e vi smentisce continuamente. Si parla di fine dinBerlusconi e di Forza Italia da quando è nata. Sono passati dodici lunghi anni. Ne passeranno moltissimi altri ancora.Tu sogni, caro mio… sogni…sogni…sogni…sogni.
    Torna fra noi.
    Sorvy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...