Solidarietà ai giornalisti di Libero.

Non osiamo pensare con che stato d’animo si siano messi a lavorare oggi i giornalisti di LIBERO (fra i quali ho un grande amico). Il primo attentato – prima di Pasqua – era contro di loro. Pare che le Procure si siano mossi proprio per sventare questo primo attentato dinamitardo. Di cattivi maestri la sinistra ne è piena e non possono fischiettare il solito motivetto che “questi sono degli extraterrestri venuti chissà da dove”. La pozzanghera da dove prendono il loro nutrimento d’odio è noto a tutti e la loro ideologia folle è tollerata nei centri sociali e nelle sezioni della CGIL. E tocca alla sinistra prosciugare le cloache che crea essa stessa. Magari cominciando da Vicenza.Soprattutto non devono stupirsi se poi glie lo rinfacciamo.

Annunci

3 risposte a “Solidarietà ai giornalisti di Libero.

  1. peccatucci, peccatucci…
    cosa vuoi che sia, qualche piccolo omicidio, qualche sciocchezza così…
    tanto sono compagni che sbagliano, ma non sono cattivi…
    ai due bibi&bibo sinistrati vorrei far notare che è stata la sinistra 30 anni fa a inventarsi l’orrenda formula “compagni che sbagliano” come l’espressione “sedicenti brigate rosse”…
    le persone senza la cacca nel cervello li chiamavano delinquenti e criminali, quelli “con” li chiamavano compagni…prendetevela con loro, se non volete essere chiamati “compagni di merende”….

  2. Eh Salvati ieri su Il Manifesto ha rispolverato il “presunte Brigate Rosse”. “Presunti” al posto di “sedicenti” ma la sostanza è del solito imbarazzo che non permette di dire bianco al bianco e nero al nero. Nun ce vonno stà.
    Se potessero s’inventerebbero i servizi deviati per dire che sono solo degli agenti a libro paga della CIA per screditare il glorioso popolo della sinistra.
    Sorvy

  3. L’hai detto, vecchio mio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...