Quando è gogna … è gogna per tutti.

 

Che vergogna sputtanare il portavoce dell’Ulivo Sircana solo perchè andava a puttane con un transessuale per 150 euro. Non è giusto rivelare che il transessuale brasiliano era stato preferito a quello un pò meno alto e formoso del marciapiede di fronte, bello si ma dell’Europa dell’Est, quindi senza l’accento portoghese che fa tanto attizzare il portavoce dell’Ulivo Sircana. Come si permette Il Giornale di raccontare che Sircana, portavoce dell’Unione e strettissimo collaboratore di Romano Prodi, aveva un bel da fare alla fine del Consiglio dei Ministri nell’arrivare in tempo a trastevere per scegliere il brasiliano, venticinquenne, mulatto, occhi azzurri, capelli nerissimi e lunghissimi. Ma che vergogna la gogna mediatica di un povero politico, portavoce dell’Unione, amico personale di Prodi, e pure di D’Alema, di Amato e di Parisi, che si sfoga della tensione di una lunga giornata di lavoro con un transessuale moro e dalle labbra carnose. Povero Sircana, portavoce dell’Unione, rappresentante emerito del Governo Prodi, uomo di sinistra, onesto e pulito dentro, e pure fuori. Hanno gettato del fango nel ventilatore e l’hanno acceso, come ha detto la sinistra intera corsa in sua difesa. Solo che si sono scordati di dire che Anna Falchi mandava i messaggini d’amore al marito (nell’era dell’Unione di Prodi e del suo portavoce Sircana, quello – poverino – che va a puttane con i trans), senza che nessuno avesse pronunziato la parolina magica: “gogna mediatica”. Oppure “no, non sta bene, che il Corriere della Sera pubblichi le intercettazioni d’amore di una moglie al marito.

E allora, ventilatore o aria condizionata… quando è gogna è gogna per tutti.

Che la sinistra impari la lezione e chi è causa del suo mal pianga se stesso.

Annunci

7 risposte a “Quando è gogna … è gogna per tutti.

  1. Non ho mai apprezzato Belpietro come in questa occasione: ben fatto!!!!
    I più patetici, come sempre, sono quelli di Repubblica, maestri nel dare in pasto al pubblico soffiate, pettegolezzi e sputtanamenti infamanti che riguardano i loro avversari e che oggi, guarda un po, sono indignati per la gogna mediatica al quale è stato sottoposto uno di loro.

    “Come potrà giustifcarsi il povero Sircana quando, questa sera, rientrando in casa si troverà di fronte la propria moglie ed i propri figli”si chiedono i sensibili giornalisti di Repubblica (e di molti altri giornali).
    Semplice, come è costretta a giustificarsi tutta la gente che viene processata e sputtanata sui giornali, senza potersi difendere.

    A volte saltano i matrimoni, è vero; a volte qualcuno si suicida; verissimo. Ve ne siete accorti finalmente??? Non che non ve ne siete accorti, siete solo indignati per il povero Sircana, il qualeva aveva diritto alla privacy del proprio buco del culo.

    E adesso … avanti il prossimo!!!!

    Greg.

  2. Ercole Savignano

    Su Sircana DICO: dimmi con chi vai e ti dirò chi sei!
    Scherzi a parte, non m’interessa la moralità privata dei personaggi, anche pubblici.

    Mi colpisce di più che il decreto della Turco sulle droghe sia stato bocciato perché sostanzialmente immotivato.
    Un governo irragionevole è più pericoloso di un politico vizioso (ammesso che sia vera la storia del trans!).
    Ercole

  3. Un governo irragionevole è più pericoloso di un politico vizioso (ammesso che sia vera la storia del trans!).
    Bravo Ercole, questo è il governo più ridicolo e irragionevole che la Repubblica italiana ricordi. Basta essere ragionevoli per riconoscerlo. Affidato all’uomo del piattino e del tavolo a tre gambe…
    Sorvy

  4. Invece il divieto oltre un certo numeretto sarebbe motivato. E da che?

  5. FASCISTI! siete solo dei fascisti! il vostro è un sito fascista.

    Ps: la bandiera americana nel vostro sito è un’offesa per me. Io sono cittadino americano di Baltimora. Vivo in Italia per lavoro ma ho imparato a conoscere i fascisti senza essere comunista. Voi siete fascisti.

  6. mamma mia, ci mancava anche l’amerikano scemo

  7. Signor Pius delle mie balle, prima di tutto americano si scrive senza la k… chi usa la k è appunto un fascista di destra o di sinistra. Scemo sarà lei, maleducato fascista. Purtroppo non tutti i fascisti che i miei nonni combatterono e schiacciarono in Italia sono stati debellati. La porcilaia fascista si riproduce. Purtroppo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...