L’intervista, la città “bianca” e la gaffe di Cesa.

L’INTERVISTA A REPUBBLICA

 “Sono distrutta, la mia vita è finita dopo questa storia con il politico, mia madre e mio fratello, che fa il poliziotto, hanno scoperto come vivo e cosa faccio ma io ho la coscienza a posto, non ho commesso reati, non ho neanche bisogno di un avvocato”.
Voce incrinata di stanchezza e di rabbia, uno sfogo come un fiume in piena quello di F. Z., la ragazza squillo finita all’ospedale dopo una notte di sesso e cocaina all’Hotel Flora assieme al parlamentare dell’Udc Cosimo Mele.

“Ho letto le sue dichiarazioni ai giornali e la verità è stata completamente stravolta. Io non l’ho denunciato e lui non solo non mi ha neanche telefonato per ringraziarmi ma, anzi, mi fa apparire in questo modo”.

Era la prima volta che lo incontrava?
“Si, la prima. Me l’ha presentato una persona”.

L’onorevole Mele ha detto: “Non sapevo che fosse una squillo”. E’ vero?
“Certo, come no? Ma se la prima cosa che ha fatto è stata quella di darmi i soldi, ma andiamo…”.

Quanto le ha dato?
“Senta, io non ho voglia di parlare di queste cose. Sono rovinata, i miei clienti hanno capito che sono io e nessuno mi chiama più. Io ho un mutuo da pagare, i Rid, come faccio se non lavoro più? Io uso il mio nome, quello vero, perché sono una persona vera. E adesso mia madre e mio fratello hanno scoperto tutto e non mi parlano più, la persona con cui stavo, che sapeva benissimo tutto, mi ha lasciata dall’oggi al domani, non ho lavoro, non ho un compagno, non ho una famiglia, sono distrutta”.

Torniamo a quella sera al Flora. L’onorevole Mele dice che, a un certo punto, si è addormentato.

“No, nessuno ha mai dormito quella notte. Siamo rimasti dalle 2 alle 5 del mattino, in tre in una stanza. E poi alla fine mi sono sentita male, ho visto delle cose che mi hanno fatto paura”.

L’onorevole Mele ha chiamato l’ambulanza?
“Macché, ha cercato di strapparmi il cellulare di mano. Io ho telefonato al mio compagno e poi a mio fratello”.

Lei ha portato la droga? Cosa ha preso? Pasticche? Coca?
“Io non ho portato assolutamente nulla. Mai. E le pasticche non le ho mai prese in vita mia, tra l’altro mi fanno paura. E poi ci sono le analisi che parlano chiaro”

Overdose di cocaina quindi. Chi l’ha portata?
“Ascolti, come sono andate le cose lo so io e lo sa la polizia. Mi hanno torchiata dalle 8 del mattino alle 6 di sera, sono venuti a prendermi in ospedale. Ero sporca, sudata, semisvestita. E’ stato un vero tormento, non mi sono mai sentita così umiliata in vita mia. Sa quanti mi hanno chiamata dicendo: lo so che sei tu. Nel nostro ambiente mettersi troppo in vista, finire sui giornali non va bene. Io sono una persona comune, voglio vivere una vita anonima”.
da La Repubblica

OSTUNI, LA CITTA’ BIANCA

facile l’ironia sulla città nella quale è stato eletto Cosimo Mele: la incantevole Ostuni, da tutti conosciuta come “la città bianca”… bianca come la neve!

LA GAFFE DI CESA

 Vita dura quella del parlamentare, specie se abita fuori Roma. Almeno questa è l’opinione del segretario dell’Unione di Centro Lorenzo Cesa. Dunque, ricapitoliamo: un suo deputato, Cosimo Mele, è protagonista di una serata, a base di droga e sesso, in un albergo romano conclusasi con una ragazza al pronto soccorso. E lui, il numero uno dei centristi, che cosa fa? Be’, prima accetta le dimissioni dell’onorevole pugliese, ma poi tira fuori dal cilindro una proposta quanto meno bizzarra: dare una indennità aggiuntiva ai parlamentari, che già sono fra i più pagati del mondo, per il ricongiungimento familiare. Potrebbe essere la soluzione ai problemi di solitudine dei politici che si trovano ad essere tanti giorni fuori casa, secondo Cesa, che parla della «vita dura del parlamentare per chi lo fa seriamente, dei tanti giorni soli a Roma, dei tanti impegni fuori casa».  Lontano dalla moglie per cinque giorni di seguito il rischio puttane aumenta vertiginosamente. Minchia, che bella trovata!

Annunci

14 risposte a “L’intervista, la città “bianca” e la gaffe di Cesa.

  1. effettivamente è triste…
    una puttana educate e rispettosa rovinata dalla frequentazione con un democristiano… che vergogna!

  2. Ercole Savignano

    Ad Ostuni non è stato eletto alcun deputato.
    Le liste erano Regionali. Mele, come Berlusconi, D’Alema, Latorre (giusto per fare dei nomi di attualità) è stato eletto anche a Mesagne e TorreLapillo. Per la precisione. E’ vero, invece, che abita in Ostuni pur essendo di Carovigno.

    Ho ascoltato Grillini a Sky: è delirante; parla di chiesa, manco fosse il Papa, di ideali, manco fosse Ghandi, di droga manco fosse Lapo, di sesso, manco fosse un uomo.
    E dire che è stato eletto a Forlì.

    La foto di Ostuni lasciala, sempre pubblicità è.

    Ercole

  3. Ercole… noto un velo di tristezza e un filino di contrarietà al post.
    Bè si, hai ragione… Grillini è stato eletto a Forlì (meglio in Emilia Romagna) ma non da me, puoi giurarci. Not in my name!!!!
    Puoi giurarmi che altrettanto non è accaduto con lo sniff-sniff di Carvigna e neo-ostunese?
    Deve essere triste vedere come è stato gettato un voto, peggio, una delega “in bianco” ….ops… una voto a puttane … ri-ops!…
    Sorvy, il Mesagnese espatriato.

  4. Ercole Savignano

    Che sono triste l’ho scritto ieri.
    Il voto non è stato sprecato .
    Il post è simpatico come solo un articolo di Repubblica sa esserlo.
    Perché non pubblicare quello che hanno scritto su IL FOGLIO?
    Quella sì che è una striscia che tira su.

    Ercole

    P.S.
    Quando sarai da queste parti?

  5. a breve, a breve … partenza desiderata venerdì pomeriggio con arrivo notturno in quel di Taranto. Ufficio permettendo.
    Male che vada (ma proprio male) parto sabato… soffrendo le code della giornata più trafficata dell’anno.
    Puglia … aspeeeettamiiiii!
    Sorvy

    p.s.: una granita serale nella città bianca con Sorvy, Ercole e Greg e rispettive mogli e figli non guasterebbe…

  6. Ho ottenuto da Ercole un consenso preventivo di massima per trascorrere una serata insime a Martina Franca, non troppo lontana da Ostuni, ma più comoda da raggiungere da Castellaneta e da Bari. Per me, comunque, va bene anche Ostuni, purchè ci si veda.

    Passando all’argomento del giorno, il povero Mele andrebbe di che andarne fiero se non fosse che questa volta ci è andata di mezzo la propria famiglia (alle difficoltà della mignotta, con rispetto parlando, non ci credo); nessuna condanna moralistica, quindi, sia a livello personale che politico, tanto in Italia, per fortuna, i vizi privati non inficiano le pubbliche virtù e si dimenticano presto (…… a parte le mogli).

    Detto questo non mi soprendono le speculazioni dei giornali e nè, tanto meno, quelle dei “colleghi” di Mele, campioni di ipocrisia, puttanieri incalliti e cocainomani rinomati.

    Io ai nostri politici il test sulla cocaina lo farei fare senza ombra di dubbio: si scoprirebbe che sono puliti come CONTADOR, il fresco vincitore del Tour de France.

    Greg.

  7. Ercole Savignano

    Prendo atto della comune volontà di vederci a Ostuni.
    Assicuro cibo e bevande a prova di doping, spazi e giochi per la prole, argomenti per le chiacchiere delle mogli, mentre noi, tra una mortella e l’altra, ci raccontiamo quello che qui non si può scrivere.
    R.S.V.P.

    Ercole

  8. Io disponibile.
    Certo una granita-di-caffè-con panna al mitico caffè Tripoli di Martina Franca renderebbe gli sostamenti più semplici per tutti essendo punto mediano fra le tre provincie (BA-BR-TA) ed eviterebbe alla Sig.ra Savignano di dover subire l’orda di ragazzini in giro per casa. Ormai abbiamo un esercito di bimbi e non possiamo fare gli eterni universitari a discapito delle mogli. La soluzione Martina F. mi sembra la migliore, anche se costa la dismissione delle babbucce per qualche ora ad Ercole a favore di sandaletti da “fuori-porta”.
    Si tratta solo di decidere la data.
    Sorvy

    P.s.: Le granite di caffè al Tripoli di Martina F. , accompagnate dai migliori dolci di mandorla di tutto il meridione, sono obbligatorie per le mie ferie, da molti anni oramai. Imperdibili, fantastiche… ho già l’acquolina in bocca.

  9. TUTTI PER UNO OSTUNI PER TUTTI!

    Per me va benissimo!

    C.C.S. R.S.V.P.

    Greg

  10. Ercole Savignano

    Ostuni- Martina F. 2-1
    Cosa vuoi che siano sette bambini, per il compleanno del grande erano 25 + tutti i genitori e anche un paio di babysitter.
    Noi siamo famiglie per l’accoglienza.
    Certo evitiamo di scrivere l’indirizzo sul blog, non vorremmo “imbucati”.
    Va benissimo la cena di giovedì 9 o venerdì 10, ma anche il pranzo o la cena dell’11. Insomma fate voi.
    Ricordatemi le preferenze gastronomiche, di piccoli e grandi, eventuali intolleranze, allergie o disgusti alimentari.
    La granita al caffè ho già capito che sarà indispensabile, i dolci di mandorla fatti in casa non mancheranno, la coca (cola) per Greg e i piccoli, poi?
    Non vedo l’ora.
    N.C.C.C.N.S.C.C.S.R.S.V.P.
    Ercole

  11. Sig.ra Savignano

    Correggo il mio Ercole, le date buone sono da sabato pomeriggio 11 p.v. in poi. Sarà un grandissiomo piacere stare con tutti voi.

  12. Bè, se interviene direttamente la Sig.ra Savignano non si può dire di no. Consultiamo le mogli per la data e ci aggiorniamo al telefono.
    Sorvy
    N.C.C.C.N.S.C.C.S.R.S.V.P.N.C.C.C.N.S.C.C.S.R.S.V.P.N.C.C.C.N.S.C.C.S.R.S.V.P.N.C.C.C.N.S.C.C.S.R.S.V.P.

  13. L’incursione della Sig.ra Savignano è una delle cose più belle e simpatiche accadute su questo blog (senza ossefa per nessuno ovviamente).
    Ci sentiamo per telefono.

    U.D.C. U.D.C. U.D.C. U.D.C. U.D.C

    Greg

  14. non mi ossendo…

    U.D.C. U.D.C. U.D.C. U.D.C. U.D.C merda merda merda merdamerda merdamerda merda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...