Pacifisti … pacifistiiiiiii… pacifistiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii… !!!!

Dove sono finiti i pacifisti con le bandierine sui balconi?

Pacifisti … pacifistiiiiiii… pacifistiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii… !!!

yohouuuu pacifistiiiiii … dove siete????

Pacifiiiiistiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii ……

C’è nessunooooooooo ….

 

Annunci

38 risposte a “Pacifisti … pacifistiiiiiii… pacifistiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii… !!!!

  1. scusa, sono gli amerikani che sparano?
    questi morti sono dei capitalisti che stanno pugnalando alle spalle uno stato proletario e buono che ha solo aumentato il prezzo della benzina ekkecaz!
    solo loro i veri criminali!
    stanno morendo di fame? non è vero! e se è vero se lo meritano!
    (discorso della pacimerda media)

  2. dove sono gli unilateralisti che bombardano per “portar democrazia”…
    ancora a sguazzare nel petrolio?

  3. Caro Zappa. TO-PPA-TO!!!
    … gli americnai sono gli unici che urlano…. caro zappa. Anche in questa occasione. Informarsi please!!!
    Leggiti almeno il discorso di tutti i capi di Stato all’Onu. Leggi prima cosa ha detto Bush e poi cosa ha detto Prodi.
    Prodi manco l’ha citata la Birmania. Zero assoluto!
    E si l’unilateralismo anglo (e adesso anche franco) americano è l’unica schance per la democrazia nel mondo.

    Anche contro i totalitarismi militar-socialisti.
    Roba vostra.
    Zappa, mi raccomando, non ti imbarazzare così troppo per lo zio Birmano.

  4. zappa, lo sappiamo che vorresti essere da quelle parti a sparare alla gente disarmata…
    almeno chiudi il becco.

  5. caposkaw fottiti, uomo di merda.
    a sparare su gente disarmata c’andrai te e le teste di cazzo come te. merda.

  6. oh poverino , ti sei offeso!
    beehh magari a sparare no, ma a passare le munizioni e a coprirgli le spalle si.
    quelli come te fanno SEMPRE così…
    e si chiama complicità… 😀

  7. convinto te, imbecille.
    io, invece, sono solidale coi monaci e ho manifestato a loro favore.
    però te, da imbecille, credi di sapere da che parte sto.
    ma solo perchè hai cervello di un’ameba. e per di più credi pure di essere furbo.
    poretto.

  8. Giù le mani da ZAPPA, per favore!
    Mettiamola così: quando si parla di IRAK (dove non c’è petrolio, per carità, ma c’è – anzi c’era – solo un dittatore cattivissimo; il più cattivo al mondo) via con l’unilateralismo e guai a chi si mette contro.

    Quando si parla BIRMANIA etc., dove non gliene frega un cazzo a nessuno, allora via con il multilateralismo, con le dichiarazioni roboanti, con le proposte missioni militari di pace.

    DUE PESI E DUE MISURE, ora e sempre!

    Per quanto riguarda PRODI, è sbagliato dire che non abbia parlato di Birmania ….; lui, come al solito, non ha parlato di niente … che è peggio!!!

    E dei 50, 100 morti in Afganistan di questo fine settimana? Chi se ne fotte …… ormai in questo paese c’è la democrazia.
    Un solo rammarico: peccato che i 130.000 soldati americani impiegati nella sciagurata guerra dell’Irak non siano rimasti in Afganistan, peccato!!!

    Greg.

  9. che fatica manifestare, minchia. sei distrutto dalla fatica.
    sono sicuro che maniferesti anche per evitare lo sterminio delle pulci e dei pidocchi…
    ma se bisognasse agire in qualche modo reale, tipo dare una pedata nel sedere a un borseggiatore …qua ti vedo rinculare, indietreggiare e poi tagliare la corda…
    quelli come te sanno solo manifestare…

  10. scusa greg non ho capito.
    se l’onu ordinasse di attaccare la birmania, tu saresti contento?

  11. io ho manifestato, te che hai fatto?
    ah. il mondo non è o biano o nero. la gente non si divide in chi è favore dell’azione ed è un eroe come te che si lancia dietro gli scippatori e i fifoni pacifinti che scappano di fronte a tutto.
    te l’assicuro, apri gli occhi e vedi che il mondo è pieno di gente che non riesci a contemplare.

  12. per quanto mi riguarda io sono per l’intervento armato in Birmania, fatto dall’ONU e se l’ONU non interviene per quello unilaterale della NATO. E se la NATO non è compatta. Fanculo tutti. L’America da sola. Comunque intervento.
    Come in Serbia (Dove petrolio non c’era) e l’Europa cincischiò per oltre un anno prima che gli americani mandarono fanculo gli europei e scesero a bombardare Milosevic (coi pacifisti italiani a centinaia di migliaia per le strade). Ma gli americani se ne sbatterono ed evitarono un genocidio peggiore di quello che fu perpetrato col silenzio dell’Europa. Pure D’Alema sganciava bombe all’epoca fottendosene dei suoi. Mitico il D’Alema di una volta.
    I pacifisti a corrente alternata vedono petrolio e Americani ovunque. Anche dove non ci sono.
    Non mi pare che abbiano manifestato granchè i sinistri pacifinti per la Birmania. Tolti i 50 manifestanti davanti al Municipio di Roma che causa pioggia (e numero esiguo assai) si sono spostati nell’aula del consiglio comunale a fare il minutino di silenzio con Veltroni.
    TUTTA QUI LA SINISTRA PACIFISTA?!?!
    Zappa c’eri anche tu con Veltroni? Minchia che grande popolo pacifista….
    Sorvy

  13. Io ero a favore dell’intervento armato in Serbia, perchè in quel paese era in corso una orribile pulizia etcnica che andava assolutamente fermata.
    In Birmania (che ho visitato e che è bellissima) non stiamo ancora a quei livelli, ma poco ci manca; quindi è bene che ci sia una fortissima pressione diplomatica e, se questa non raggiungerà obiettivi apprezzabili, è bene che la comunità internazionale prenda in seria considerazione l’ipotesi di un intervento armato.

    Ma che la Birmania non sia importante come l’Irak è un dato di fatto, non una scoperta dei “pacifinti a corrente alternata”.

    Greg

  14. due cose.
    primo:le pacimerde sono vigliacchi in servizio permanente effettivo. quindi non ti vedo fare alcunchè che non sia ululare in gruppo.
    secondo : le pacimerde come te dicono sempre agli altri che sono dei boia assassini solo perchè non la pensano come loro (anche questo in gruppo).
    se qualcuno lo dice a loro a ragion veduta (il complice di un assassino è assassino pure lui) si offendono subito, perchè è la verità, e la tua istintiva reazione ne è la conferma.
    piantala di fare il pecorina sul pisello!

  15. Interessante articolo dell’autore che più amate :

    http://www.effedieffe.com/interventizeta.php?id=2290&parametro=esteri

  16. I più grandi vigliacchi della storia sono senza dubbio i GUERRAMERDE, quelli che “appoggiano” la guerra con grande facilità, specie se sponsorizzata dagli esportatori di democrazia nel mondo, senza sapere che cosa sia la guerra e senza aver mai sparato un colpo di pistola.

    Greg

  17. Buongiorno Greg.
    Sai che forse mi devi comprare quel CD Bari…? Qui a Forlì l’ho ordinato da 20 giorni e mi sa che non mi arriva più. Bari capitale d’Italia.
    Sorvy

  18. che strano!
    greg, ti senti tirato in causa?

  19. se mi chiamassero, io andrei a fare la mia parte.
    tu, immagino che scapperesti, come sempre.

  20. ahahahahahaha e se mi nonna aveva le rote era ‘n caretto… ahahahahaha….
    se veramente vuoi andare devi entrare nell’esercito. è una scelta. se ritieni che sia giusto e che debba essere fatto perchè non lo fai?

    il coraggio non è solo andare a bombardare una popolazione. è stare su un ambulanza e andare a recuperare chi è fatto a pezzi a causa di un incidente stradale, è stare vicino a chi è in fin di vita e soffre, è lottare contro i soprusi, etc etc…
    ma come al solito tu vivi nel tuo mond bianco e nero. chi tira bombe eroe, chi contrario bombe codardo pacimerda.
    bah, contento te.
    ah io non sono complice di nessun assassino, questa accusa riguarda forse più te…

  21. Ho qualche difficoltà a capire il senso di questo post. Anche perché pure Giovanni Paolo II era contro la guerra in Iraq, nata su menzogne ormai certificate persino dallo stesso Bush.

    Non sarà un ragionamento da fine scienziato della politica, ma facendo quattro conti ecco che cosa abbiamo ottenuto dalla guerra in Iraq:

    1) Non abbiamo trovato le armi di distruzione di massa (in compenso Corea del Nord e Iran sì che ce le hanno, tanto noi abbiamo cercato nel posto sbagliato)

    2) Naturalmente ancora non si sa dove sia Bin Laden, quello che faceva affari con i Bush. In compenso è stato ucciso Saddam, già alleato degli Stati Uniti, che ne hanno protetto e favorito l’ascesa, e di Donald Rumsfeld in particolare.

    3) E’ scoppiata una guerra civile devastante in Iraq, e non sappiamo che cosa fare per fermarla (e meno male che dovevamo portare la pace)

    4) C’è un numero impressionante di morti in continua crescita, sia tra i soldati che tra i civili

    5) E’ aumentato in maniera esponenziale – anziché diminuito – l’odio contro l’America e i suoi alleati, cosa che ha portato alla vittoria di Hamas e Ahmadinejad

    6) E’ aumentato – anziché diminuito – il terrorismo, in Medio Oriente e nel resto del mondo

    7) E la cosa più comica – anche se in verità è tragica – è che è aumentato – anziché diminuito – il prezzo del petrolio, cioè il motivo principale di questa guerra. Nel 2002 si aggirava intorno ai 20 dollari il barile. Nel 2007 è 80. Ed è in continua crescita.

    Mi pare che c’è da vantarsene.

  22. A manfredì… e siccome dopo la seconda guerra mondiale è aumentato il prezzo del gasolio gli americani si potevano stare a casetta loro, lasciando l’Europa in un bel campo di sterminio di massa. Tanto gli americani fanno le guerre solo per il petrolio.
    …Manfredì sette stronzate una così in fila all’altra non l’avevo lette neanche da Fang…

  23. Come al solito si dimentica che gli Iracheni stanno molto meglio adesso con le bombe dei terroristi che sotto lo stato di polizia del dittatore Saddam Ussein. Quello che sganciava gas sui villaggi curdi e incatenava ogni dissenso, decapitava 100 persone al giorno, vietava ogni libertà di pensiero.
    Oppure nell’Afghanistan dei talebani.
    Ma a voi degli Iracheni e degli afghani non frega niente. Come non frega niente dei birmani, degli iraniani e di tutti i popoli che non conscono la libertà.
    Lasciamo “in pace” i dittatori di sterminare chi vogliono e non interferiamo con chi nega la libertà e la democrazia ai loro popoli…
    Strano concetto di pace il vostro…

  24. è la pace dei vigliacchi, mio caro.
    “stanno violentando la mia vicina! che faccio? ma no, lasciamo perdere , non mi ha dato la delega di intervenire…”

  25. Il CD te lo compro volentieri, basta che mi dici il titolo.

    Quanto al resto, concordo in pieno con le sette stronzate dette da Manfredi, che a me sembrano verità assolutamente oggettive ed inconfutabili, a meno che a) a Forlì la benzina non costi € 0,50 al litro; b) a Predappio non abbiano nascosto le armi di distruzione di massa di Saddam ed il corpo di Bin Laden; c) nella Romagna non siano trasmesse – da TELEBUSH – notizie riservate ed ignote al resto del mondo.

    Per fortuna l’era BUSH sta per finire!!!

    Greg

  26. terrainagonia

    Come al solito si stà a disquisire di chi era la colpa, in Iraq, Afganistan, ed atri luoghi, fin che si ragiona per ideali politici non si arriva a nulla, quì il problema è dire no a questi atteggiamenti verso i più deboli, per un attimo mettiamo da parte l’America, i comunisti, ifacsisti ecc….pensiamo un pò più in grande.

  27. Terrainagonia, a volare alto al massimo si vedono le nuvole… preferisco GO ON FOOT.

    A Greg… involontariamente hai detto una verità fantastica: A Predappio c’erano veramente le armi di distruzione di massa. Infatti uno dei depositi principali di armi durante il fascismo aveva la sua sede in un tunnel scavato sotto una collina proprio alle porte di Predappio. Non furono distrutte dagli americani ma se ne scoprì l’esistenza solo a guerra finita (come dire, fra un anno in Iraq). Le armi di distruzione di massa in Iraq forse non c’erano, o forse gli ispettori ONU hanno cincischiato così tanto prima della guerra che Saddam li ha fatti spostare presso l’amico Siriano. Non per questo non è valsa la pena far cadere un dittatore crudele. Impedire in ogni modo (OGNI STRADA FINO ALL’OPZIONE FORZATA) che l’Iran costruisca la bomba da sganciare su Gerusalemme mi sembra una cosa ragionevole e pure giusta.
    Cominciare a spiegare agli arabi che devono iniziare a democratizzarsi con le buone o con le cattive è un compito arduo che necessita di molti anni. Minacciare l’Iran che se continua ad armare i terroristi iracheni li si bombarda. Dire alla Siria che ha i giorni contati. Spiegare a tutti i paesi arabi che devono adottare una legislazione rispettosa delle donne. Impedire all’Islam di schiavizzare la loro gente.
    L’era Bush sta per finire, quella che verrà, stai tranquillo, continuerà il lavoro iniziato da Bush (chiunque vada alla Casa Bianca). Gli americani non sono come gli italiani. Destra o Sinistra loro sono innanzitutto Americani. Basta vedere come votano al Congresso quando c’è da finanziare gli interventi armati.
    Obama o la Clinton sono più interventisti di quanto tu possa immaginare. Lontani anni luce dallo pseudo-pacifismo nostrano.
    Se poi ci va un repubblicano come Rudolf Giuliani, John Mc Cain oppure il mio preferito: Mitt Romney sta sicuro che in Iran si calano le braghe in un attimo. Altro che Bush, questi sono molto ma molto più duri.
    Sorvy

  28. “Se poi ci va un repubblicano come Rudolf Giuliani, John Mc Cain oppure il mio preferito: Mitt Romney sta sicuro che in Iran si calano le braghe in un attimo.”
    ahahahahahaha
    e chiedono anche scusa per essere stati cattivi…
    ahahahahahahahahahaahahah

  29. eh heh eheh…
    i morti non ridono.
    forse non l’hai capito…
    eh ehe hehe….

  30. infatti io propongo di cercare altre strade invece di bombardare un paese per liberarlo dalla dittatura.
    tu invece sostieni i bombardamenti.
    ogni volta che dici che la guerra è giusta ricordati della tua stessa frase:”i morti non ridono. forse non l’hai capito”.
    magari almeno a quello che scrivi te darai un po’ d’ascolto.

  31. Zappa, allora cosa dici se togliamo tutte le medaglie agli eroi della resistenza al nazifascismo, i valorosi partigiani resistettero alla dittatura con le armi in pugno mica coi fiori… E salutarono l’arrivo degli americani come liberatori nonostante le migliaia di bombe che cadevano sui nostri cieli.
    Mi dispiace che tu l’abbia dimenticato.
    Per combattere i nazisti morirono molti innocenti ma, meglio compiere una ingiustizia per fermare un Hitler che lasciare che Hitler compia uno sterminio senza fine. Pensa cosa sarebbe successo se l’Americano non fosse scesa in guerra. Pensa se Hitler occupava tutta l’Europa fino alla Gran Bretagna e la Russia. Pensa che divertimento vivere sotto il regime nazifascista per decenni…
    In nome della pace. E del non intervento Anglo-francese (Congresso di Monaco).
    La pace è la più nauseante delle menzogne.
    La pace non esiste e mai esisterà. Finchè ci sarà un solo uomo sulla faccia della terra. Non è bella la violenza e la guerra. Ma esiste.
    Credendo di volere la pace a volte si chiudono gli occhi su massacri terribili come quelli del Darfur o della Somalia o della Birmania o del Nord Korea, o quelli di Saddam Hussein sui Curdi o quelli dei Cinesi sui tibetani etc. etc. etc.
    La pace non esiste.
    Non è mai esistita. Non esisterà mai. E’ una utopia.
    La democrazia e la libertà no. Sono una realtà.
    Sorvy

  32. non bisogna essere troppo cattivi col zappante…
    sotto sotto, lui crede ancora ai puffi…

  33. Avete mai visto due democrazie farsi la guerra? Mai.
    Se vogliamo la pace esportiamo la democrazia in tutto il mondo (Birmania, Cuba, Nord Korea, Cina, Iran, Venezuela, Somalia, Arabia Saudita etc. etc.) . La pace si conquista puntando i piedi e a volte anche i fucili contro chi soggioga i popoli e li tiene in schiavitù. Eliminiamo le dittature su tutta la faccia della terra e vedrete che non ci saranno più guerre.

  34. in meno di 24 ore :”La pace non esiste.
    Non è mai esistita. Non esisterà mai. E’ una utopia.”
    “Eliminiamo le dittature su tutta la faccia della terra e vedrete che non ci saranno più guerre.”
    🙂

  35. mi sembra un’opinione rispettabile.
    zappo, non mi sembra proprio che tu ne possa ridere, dati che credi ancora ai puffi.

  36. caposkaw sei fenomenale!

  37. Bè, zappa… solo perchè anche eliminare le dittature su tutta la faccia della terra è ahimè una cosa praticamente impossibile (quindi utopistica). Magarri ridurle le dittature si. Perchè no, magari cominciando da quelle comuniste (Cuba in testa). 🙂
    Sorvy

  38. Vive l'Iraq !

    Dedicato a quell’idiota che continua a sostenere che in Iraq si sta meglio oggi con gli americani :

    http://www.antiwar.com/justin/?articleid=11711

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...