La Perugia-Rangoon.

 Al pacifista doc scappa il tic antisraeliano pure se marcia per la Birmania.

 Non pensiamo sia il caso di farsi illusioni sull’annuale marcia per la pace Perugia-Assisi, o meglio, su quel che rimane dell’appuntamento ideato dal nonviolento Aldo Capitini all’inizio degli anni Sessanta. La kermesse organizzata da professionisti del pacifismo a senso unico, in programma per domenica prossima, fin dagli anni Ottanta – quando la parola d’ordine era la lotta contro l’installazione degli euromissili – è diventata un appuntamento ritualmente antiamericano e antisraeliano, oltre a occasione di visibilità per qualche politico in cerca di mostrine che lo accreditino presso i “movimenti”. Quest’anno, la Tavola della pace (coordinamento della pletora di sigle e di enti locali che organizzano la marcia) dichiara di voler mettere al centro dell’iniziativa le cruente vicende birmane. Si annunciano più di “cinquecento manifestazioni di solidarietà con la protesta nonviolenta dei monaci e del popolo birmano” in questi giorni che precedono la marcia, e si invitano i partecipanti a vestirsi di rosso, domenica 7 ottobre, in segno di appoggio alla lotta per la democrazia a Rangoon. Il compito è facilitato, c’è da dire, per il fatto che il simbolo ufficiale della marcia è una t-shirt rossa con la scritta “Tutti i diritti umani per tutti”. Poi, però, leggiamo nel comunicato di Flavio Lotti e Grazia Bellini, coordinatori della Tavola della pace, l’invito a marciare “per il popolo birmano e per tutti quei popoli che ancora oggi sono brutalmente oppressi come quelli palestinese, ceceno e tibetano”. Il tic antisraeliano è così duro a morire che non ci si vergogna a mettere nello stesso mazzo, uniti nella stessa riprovazione del pacifista doc, la giunta militare assassina di Than Shwe e un paese democratico in lotta per la sopravvivenza come Israele. Nelle ultime edizioni della Perugia-Assisi, ogni slogan, ogni scritta antisraeliana, ogni bandiera bruciata sono state fatte passare per incidenti di percorso. Stavolta, l’avallo lo troviamo nel comunicato di convocazione. A meno che non ci sia qualcuno che voglia ricordare che a Gaza i palestinesi sono oppressi da Hamas.

Editoriale del Foglio del 04/10/2007

Annunci

21 risposte a “La Perugia-Rangoon.

  1. non c’è niente da fare. chi si fa quadrupede, non tornerà mai umano…
    a proposito, avete sentito la storia del pargoletto palestino moamed Al-Dura, emblema della crudeltà israeliana?
    a distanza di anni non è sicuro che sia morto, e se è morto gli hanno sparato i suoi fratellini da dietro…
    caposkaw

  2. un popolo che non ha una patria e che è occupato da più di 30 anni come lo definisci? oppresso ti sembra troppo?

  3. Si, zappa, gli ebrei sono un popolo che non aveva patria e che è maltrattato non da 30 anni ma da secoli. Perchè volerli decimare e gettare a mare come tutti i giorni dichiara Hamas fra un lancio di missili e l’altro.
    Quanto ai Palestinesi, sono un popolo sopraffatto e occupato da Hamas, non da Israele. Lo dicono anche quelli di Al Fatah (palestinian too).
    I palestinesi non hanno colpe. Bisogna abbattere quelli di Hamas che non vogliono la pace. Israele ed Al Fatah troveranno una soluzione pacifica di divisione dei territori. Ma finchè non verranno sconfitti i terroristi di Hamas la pace in Israele e Palestina non potrà esserci.
    Sorvy

  4. ma secondo te gli italiani cosa dicevano degli austriaci quand’eravamo sottomessi?
    cosa diresti tu se fossi nelle loro condizioni?

  5. il tuo problema ,zappa, è che credi in un sacco di palle…
    tanto per dirtene una , l’unione italiana è stata fatta da pochissimi, nell’indifferenza dei molti, che stavano benissimo prima e non dopo(non voglio affatto la secessione , ma sono un seguace della verità).

  6. i palestinesi sono stati letteralmente inventati dai caproni per far la guerra a israele, dato che ogni volta che cercavano di farla direttamente le prendevano dagli israeliani…
    e poi spiegami perchè tutti i paesi arabi non si decidono a naturalizzare i palestinesi residenti nei loro territori…

  7. “il tuo problema ,zappa, è che credi in un sacco di palle…”
    detto da uno che crede alle armi di distruzione di massa in iraq o al fatto che berlusconi viene inquisito solo perchè i giudici sono tutte toghe rosse fa molto ridere…

  8. Bè ognuno pensi a propri inquisiti: noi all’amor nostro Silvio B.
    Tu a D’alema e Fassino…

  9. ehi zappa, fuggi di fronte al nemico?
    o è solo per farti inseguire e inchiappettare?
    o non sai che rispondere?
    prova a chiedere lumi al grande puffo…

  10. e tanto per dirne un’altra sui palestini…
    lo sai che due mesi prima dell’intifada la cosiddetta autorità palestina ha chiuso tutti i centri sociali per i ragazzini? mandandoli così in strada? così erano belli e pronti per venir coinvolti negli scontri? e pronti per venire ammazzati?
    lo sapevi ? o il grande puffo non te l’ha detto?

  11. Pacem in terris

    Notiziola da leggere :
    http://peoplesgeography.com/2007/10/01/israeli-arming-of-burma-myanmar-junta/
    Ovvero la protesta anti-israeliana nella manifestazione anti-myanmar ci sta eccome, anche esulando dai quotidiani crimini di cui si rende quotidianamente responsabile il regime sionista nei confronti dei palestinesi.

  12. oh, ‘sta piattaforma fa schifo…
    mi si mangia un sacco di messaggi… poi caposkaw crede davvero che io fugga di fronte a lui 😉

  13. non saranno i tuoi messaggi che fanno schifo?
    e che appunto la piattaforma giustamente gli schifa?
    ahr ahr ahr

  14. Vive l'Iraq !

    Ultima dedica per il povero idiota che dice “tutti a parlare contro Israele in difesa dei palestinesi, ed invece per la Birmania…” :

    http://ww4report.com/node/4491

  15. ho letto il tuo link, bello. e non significa niente.
    i comunisti non stanno uccidendo la loro gente con armi israeliane…
    se ci vedi qualche connessione , spiegala, bello.

  16. Oh no, certamente : le armi vendute ad un feroce regime sono per Israele solo un onesto modo per guadagnarsi la pagnotta quotidiana, ci mancherebbe ! Tanto più che i soldi per pagarli non tocca ad Israele sapere se il suddetto regime li ruba al popolo

  17. allora le sciocchezzuole di “oil for food” erano cose cattive?

  18. avanti bello rispondi.

  19. Vive l'Iraq

    Comunicato per Roberto :
    che ti serva di lezione la risposta demente che ti ha dato il tizio qua sopra.
    Mai tentare di ragionare con un caso psichiatrico senza previa copertura psicoanalitica.

  20. A proposito di programma oil-for-food : mi è ritornato alla mente un articolo del Financial Times del 10 dicembre 2004 (mi pare) in cui si parlava di un’inchiesta sui metodi dell’Amministrazione americana in Irak. Il pagamento ai collaborazionistii curdi, si diceva , non proveniva dai fondi Usa (i 18 miliardi di dollari stanziati dal Congresso per “la ricostruzione dell’Irak”) bensì dai fondi che l’Irak aveva guadagnato esportando il petrolio sotto controllo Onu, nel programma “oil for food”. Dei fondi stanziati dal Congresso, gli occupanti avevano speso per il bene dell’Irak solo 388 milioni di dollari (il 2,15%). Dei fondi legittimamente posseduti dall’Irak, 20 miliardi di dollari che avrebbero dovuto passare al futuro governo iracheno , gli Usa ne avevano fatti sparire 13, ossia il 65%.
    Sì, in effetti non fu criminale soltanto l’embargo deciso nei confronti del popolo iracheno (pardon del regime di Saddam Hussein) , ma anche il programma oil-for-food (criminale ed ipocrita : prima gli USA ed Israele affamano un popolo e poi , che generosi ! gli danno pure delle opportunità), perchè diede spazio a speculazioni enormi sempre sulla pelle dell’Iraq.

  21. per i buffoni di sopra.
    se oil for food era una cosa cattivella , perchè voi buffoni non avete manifestato per abolirlo?
    è sempre più facile dare la colpa agli ebrei oggi e non fare niente ieri,no?
    è da copertura psicoanalitica la vostra ossessione verso Israele… magari credete anche ai protocolli dei savi di sion?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...