Silvio il grande.

 

Il sorvegliato c’è. E’ rimasto chiuso per un pò di giorni per motivi familiari molto seri (che preferisco tenere per me). Mi interessava solo dirvi che quanto prima tornerò in rete e sosterrò, come mai prima d’ora, Silvio il Grande. L’unico che in Italia ancora sa fare politica. Spiazzando tutti, nessuno escluso. Spiazzando quindi lo stesso Sorvegliato Speciale. Bè, quello che è accaduto nei giorni scorsi noi non ce lo aspettavamo per nulla. Come tutti. Noi siamo rimasti a bocca aperta, non so se più per lo stupore o per la gioiosa novità. Spesso le due cose coincidono nello stesso sentimento. La politica italiana da oggi non è più la stessa. La CdL non esiste più. Fini è finito, sulla via del pesnionamento alla meglio, o sulla vita del ghetto dal quale proviene, alla peggio. Casini è incasinato duro. Torna alla assoluta marginalità. Di questo chiunque abbia letto tre post tre (ma pure due!) di questo blog sa quanto ci faccia felice. Casini e Fini sono realmente alla canna del gas. Uccisi da colui che volevano uccidere. Solo che Casini lo ha gia capito, Fini, il poverino, è veramnete troppo stupido. E’ un Diliberto di destra: Q.I. sotto le scarpe.

 La sinistra avrà tirato un sospiro di sollievo ma ancora non sta realizzando che Berlusconi ha distrutto in un colpo solo CdL e Unione. I poverini non ci arrivano. Hanno sempre ritardato di anni i conti con la loro storia. Pensano forse che i Dini o i Mastella sosterranno ancora questo governo? Pensano che la sinistra radicale rimanga a guardare il tentativo di Berlusconi e Veltroni di spazzare via tre quarti dei partiti oggi esistenti?

Quello che accadrà nessuno oggi è in grado di prevederlo. Tanto meno noi.

Di una cosa però siamo certi: Silvio il Grande è l’unica cosa bella e relamente nuova in questa Italia politica senza cuore e senza passioni. Berlusconi è l’unico che nell’arco di poche ore riesce a fare una rivoluzione. Sarà per questo che in tanti (forse molto più di quelli che si stenta a credere) lo amiamo?

Mai, forse, quanto adesso. Silvio, amore e fantasia.

Silvio, sei un grande!

Annunci

22 risposte a “Silvio il grande.

  1. il sottoscritto sinceramente non può dire di amare silvio…
    ma obbiettivamente è un gigante in mezzo a tanti vermi…

  2. Bentornato!
    Sostenere Silvio senza di te mi sarebbe sembrato quantomeno CONTRONATURA ;)))

  3. spiritofstluis

    Mi aggiungo alla lista di political-fan di Silvio il Grande. E prego che il cambiamento abbia inizio…

  4. Berlusconi fonda il partito del Popolo. Decide lui il nome, il simbolo, deciderà l’organigramma e sceglierà egli stesso quali forze politiche potranno aderirvi; il programma lo deciderà lui e farà lo stesso per le strategie di contrasto al governo attuale, scriverà l’inno come già ha fatto e si occuperà di marketing e comunicazione, ci sarà un bel congresso con un suo monologo tipo concerto rock e voi sarete contentissimi…

    Come si suol dire… CONTENTI VOI!

    P.s.:Consiglio. prenderte un dizionario e leggete le definizioni di Popolo, Democrazia e Monarchia.

    P.P.S.: Se le cose rimangono così prepartaevi psicologicamente a 10 anni di PD al governo. Berlusconi si è suicidato.

  5. ma come !?!
    andrea , ti vendi?
    ma chi vuoi che ti compri?

  6. Silvio il grande…cosa? l’aggettivo dov’e?
    ahhh grande! scusate.

    <> le ultime parole famose del Cavaliere Berlusconi.
    Io direi sciacallaggio verso i possessori di una TV, verso quelli che pagano il canone RAI per guardare che cosa? una tv pubblica che non esiste più? se non erro le intercettazioni sono vecchie di un paio di anni, questo significa che da allora coloro che pagavano il canone RAI non hanno fatto altro che cacciare dei soldi per contribuire a loro insaputa a tutto questo scempio.
    Allo scempio di una Tv “pubblica” con influenze private, ah ah ah mamma mia dove siamo arivati.
    E chi si piega per raccogliere il telecomando caduto a terra viene inc*****, e questo chi è? sempre lo spettatore, quello che con 700€ al mese deve aprire il portafoglio, ma poi per cosa? Daltronde le vicende quotidiane di 4 testicoli su un isola puo essere molto costruttivo e che dire delle numerose trasmissioni della serie <> ce ne sono una marea, gli si sono rotte le pal** anche a mia nonna che c’ha l’abbonamento a una rivista del genere!

  7. azz non compare quello che si mette tra parentesi
    C’era scritto…
    Berlusconi: sciacallaggio su di me.

  8. be se state con silvio è logico che abbiate problemi in famiglia …….ve li auguro io…..ciao sacchi di merda azzura ,a quando avete finito di rubare chiudete la porta e lasciateci ricostruire a portatevi via anche i vostri amici comunisti

  9. Art. 650 del codice penale: associazione mafiosa finalizzata al rincoglionimento collettivo:

    “1) Coloro che promuovono, organizzano e dirigono un’associazione finalizzata al rincoglionimento collettivo e che si sostanzia nel pronunciamento reitarato ed ossessivo di slogan coglioni alla BONDI, CICCHITTO e SCHIFANI, effettuato per oltre 10 anni ad ogni telegiornale RAIMEDIASET delle 13.00 e delle 20.00, è punito con la pena da un minimo di 29 anni ad un massimo di 30 anni di carcere.
    2) Chiunque fonda un partito in meno di una giornata, utilizzando un megafono ed approfittando del sostegno mediatico di RAIMEDIASET, è punito con la pena dell’ergastolo, salvo che l’azione crimisona sia compiuta da politici ultrasettantenni, ormai alla frutta”;
    3) chiunque, ponendo in essere le condotte criminose di cui sopra, induca un proprio elettore a scommettere sulla imminente fine di un governo, è punito con l’obbligo di rimborsare la scommessa al povero malcapitato”.

    Ecco la modifica legislatica che mi piacerebbe proporre al parlamento.

    Greg

  10. spiritofstluis // 22 Novembre, 07 at 12:40 pm

    Mi aggiungo alla lista di political-fan di Silvio il Grande. E prego che il cambiamento abbia inizio…
    Io non sono ne di una sponda, ne dell’altra sono sempre stato sul crestone, lassù posso vedere tutto quello che succede a valle e nessuno mi puo rompere i cogl****.
    Credo che attualmente nessun politico sia all’altezza della situazione, da un po di anni a questa parte pensano a tutto e a niente.
    I cittadini italiani,coloro che dovrebbero essere governati passano in terzo piano, perchè prima pensano agli interessi personali, poi danno un po di spazio al clientelismo e alla fine pensano al popolo.
    Gli interessi personali sono una brutta bestia, cosi come la vecchiaia è una carogna.
    Ecco, la vecchiaia è una carogna! Arrivati ad un certo punto si devono mettere da parte alcune cose, il fisico non le sopporta più e tanto meno il cervello.

    Su un palchetto bel allestito, Berlusconi presenta ai suoi sostenitori una fetta del suo nuovo partito
    Chi sarà mai???

    Marcello dell’Utri è un uomo politico italiano, nonchè senatore della Repubblica, nato nel 1941 a Palermo.
    Nel 1961 si laurea a Milano in Giurisprudenza, conosce Berlusconi e nel 1964 lavora per lui come segretario.
    Nel 1967 torna a Palermo, diventa direttore sportivo della A:C: Bacigalupo, qui conosce un tipo di nome Vittorio Mangano.
    Nel 1970 lavora per una banca di Palermo e l’anno seguente viene trasferito.
    Nel 1973 viene promosso alla direzione generale della Sicilcassa a Palermo, servizio di credito agrario.
    Nel 1974 torna a Milano dove lavora per la Edilnord su richiesta di Berlusconi, segue i lavori di ristrutturazione della villa di Arcore.
    Nello stesso anno porta nella villa di Srcore il suo amico siciliano Vittorio Mangano che viene assunto da Berlusconi per occuparsi di agricoltura e di cavalli.
    Berlusconi e Dell’Utri non sapevano che questo Vittorio Mangano era un giovane mafioso, esso diventa successivamente esponente di spicco del clan di Porta Nuova di Palermo.In quel periodo Mangano ha a suo carico già 3 arresti e varie denunce e condanne nonché una diffida risalente al 1967 come “persona pericolosa”.
    Ad un nuovo arresto di Mangano, Berlusconi e dell’Utri dichiarano ai carabinieri di non essere a conoscenza delle attività illecite del ragazzo.
    l 24 ottobre 1976 Dell’Utri si trova insieme a Vittorio Mangano e ad altri mafiosi alla festa di compleanno del boss catanese Antonino Calderone, al ristorante “Le Colline Pistoiesi” di Milano.
    Nel 1977 si dimette da Edilnord e viene assunto alla Inim di Rapisarda, che ha relazioni con personalità di spicco della mafia quali Ciancimino e i Cuntrera-Caruana. Diventa poi amministratore delegato della Bresciano Costruzioni, che dopo pochi anni va in bancarotta fraudolenta.
    Nel 1980 la Criminalpol di Milano, nell’ambito di un’indagine di droga, intercetta una telefonata tra Mangano e Dell’Utri. In questa telefonata, divenuta celebre, Mangano parla di un “cavallo” e propone a Dell’Utri di entrare nell’affare. Il defunto giudice Borsellino affermò a riguardo in un’intervista:[1] [2] [3]
    Collabora a Wikiquote « Sì, tra l’altro questa tesi dei cavalli – che vogliono dire droga – è una tesi che fu avanzata alla nostra ordinanza istruttoria e che poi fu accolta al dibattimento, tanto è che Mangano fu condannato al dibattimento del maxi processo per traffico di droga. »
    Il 19 aprile dello stesso anno è a Londra, dove partecipa al matrimonio di Jimmy Fauci, boss mafioso che gestisce il traffico di droga fra Italia, Gran Bretagna e Canada. Nel 1982 inizia come dirigente la sua attività in Publitalia ’80, la società per la raccolta pubblicitaria della Fininvest, di cui diventa Presidente e Amministratore Delegato. Un anno dopo (1983), nell’ambito di un blitz di arresti compiuti a Milano contro la mafia dei casinò, viene trovato nella residenza del boss mafioso catanese Gaetano Corallo. Nel 1984 viene promosso ad amministratore delegato del gruppo Fininvest.
    Nel 1992 (gennaio-febbraio) Vincenzo Garraffa, ex senatore del Partito Repubblicano Italiano e presidente della Pallacanestro Trapani, riceve la visita del boss trapanese Vincenzo Virga (poi latitante e condannato per omicidio oggi in carcere): «Mi manda Dell’Utri», dice il boss venuto a riscuotere un presunto credito in nero preteso da Dell’Utri. L’episodio, denunciato da Garraffa, è stato accertato dal tribunale di Milano, che nel maggio 2004 ha condannato Dell’Utri e Virga a 2 anni per tentata estorsione in primo grado, e confermando la condanna in appello nel 2007.

    Nel 1993 fonda Forza Italia insieme a Silvio Berlusconi. Nel 1996 è deputato al Parlamento nazionale, dal 1999 è parlamentare europeo e nelle elezioni politiche del 2001 viene eletto (nel collegio 1 di Milano) Senatore della Repubblica.

    Nel 1995 viene arrestato a Torino con l’accusa di aver inquinato le prove nell’inchiesta sui fondi neri di Publitalia.

    Nell’aprile 1996, mentre è imputato a Torino per false fatture e frode fiscale e indagato a Palermo per Mafia, Dell’Utri diventa deputato di Forza Italia in Parlamento.

    Nel 1999 viene condannato definitivamente – sentenza passata in giudicato – per frode fiscale e false fatture con una pena di 2 anni e 3 mesi di reclusione. Nello stesso anno viene eletto parlamentare europeo e nel 2001 Senatore della Repubblica. Come senatore ha ricoperto, tra le altre, la carica di Presidente della Commissione per la Biblioteca del Senato, di cui attualmente è membro.

    VOTATE SIGNORI!!! VOTATE!!!

    Lo capiamo o no che è tutto finto? che loro ci giostrano come vogliono loro?
    Lasciamole stare le chiacchiere.

  11. Sinceramente non capisco l’entusiasmo dei sostenitori di Berlusconi, il quadro politico che si va delineando presenta un centrosinistra che vede finalmente l’ex presidente del consiglio più debole che mai in parlamento, dove adesso il numero di coloro che voterebbero subito una legge sul conflitto di interesse davvero punitiva nei confronti di Berlusconi è cresciuto notevolmente.
    I malumori degli elettori di AN e UDC adesso esploderanno e si tratta di due partiti molto ben radicati e organizzati sul territorio rispetto a FI/PdPL.
    Alle elezioni si andrà solo dopo aver neutralizzato a suon di leggi il cavaliere, perchè questa è la volontà dei trequarti del parlamento e del 65% degli Italiani, stando ai sondaggi del cavaliere stesso.
    Una volta ridotto FI/PdPL sotto il 25% dei consensi, anche grazie al fatto che le eventuali prossime future campagne mediatico/giudiziarie anti-silvio troveranno più sostenitori che in passato, si potrà finalmente andare alle elezioni con due grandi schieramenti AN-UDC-UdR-Dini e PD+fuoriusciti dalla “cosa rossa” pronti se è il caso, a fare la “grosse koalition” .
    Con FI/PdPL da una parte e “cosa rossa” dall’altra destinati comunque all’opposizione.
    Unica incognita la Lega, ancora non sono arrivati segnali comprensibili dal Carroccio, certamente la base è più vicina al cavaliere che a Fini e Casini
    però il maggior peso specifico dei leghisti rispetto a FI/PdPL potrebbe indebolirlo al Sud, sopratutto in Sicilia, dove UDC e AN hanno basi molto più solide, e sicuramente batterebbero su questo aspetto.
    Insomma, a meno che FI/PdPL riesca a raggiungere da solo il 45/50% si potrebbe benissimo dire che l’esperienza di governo di Berlusconi è definitivamente tramontata.

  12. Bellissimo… ora FI non si scioglie più, ma non doveva confluire nel nuovo partito? Ah no, siamo noi sinistrsonzi che lo abbiamo frainteso, che mistifichiamo la realtà, Stalin, i gulag, le foibe, i bambini come concime nei campi cinesi ecc…

  13. Berlusconi ha detto che più di sette milioni di persone hanno affollato i gazebo del suo caro vecchio nuovo partito…allora come mai mediaset non ha mostrato le varie folle osannanti?dov’era questa massa di persone che inevitabilmente, nelle città maggiori soprattutto, avrebbe dovuto produrre cde, file, intasamenti e assembramenti vari. Dove sono le immagini, a parte quelle di Silvio che come al solito fa il suo comizio ai fedelissimi scelti, di tutte le persone che si sono fiondate (addirittura di notte!) nei gazebo di un ex piduista, evasore fiscale, spostaprocessi (sarà per questo che è così in sintonia con quella vergogna di ministro che risponde al nome di Mastella?), dove sono le firme e le prove? Come al solito Berlusconi non esce fuori dal suo pesonaggio, e questa è la sua rovina e la nostra minaccia. Basta con questa politica, basta, che la gente muore e si fa tutti finta di non vedere.

  14. Per colkaz: sei ironico o credi davvero in quello che scrivi? Cito: “Ad un nuovo arresto di Mangano, Berlusconi e dell’Utri dichiarano ai carabinieri di non essere a conoscenza delle attività illecite del ragazzo.” Stai scherzando? Ma i documenti processuali? Le telefonate intercettate? Le condanne? Se era tutto finto, tutto falso, allora perchè per cinque anni di governo il principale interesse di Berlusconi era spostare i suoi stramaledetti processi? L’unica vera ragione per cui Berlusconi è sceso in campo era mettere le mani sul ministero del tesoro, visto che senza quel criminale di Craxi Mediaset andava a picco: di quanto è cresciuta Mediaset durante il regno di Silvio I? Non lo avete notato?

  15. Scusa ma sei nervosetto? calmati e rileggi quello che ho scritto. Non vorrei che lo sguardo ti sia caduto solo nel trafiletto che hai riportato.

  16. Il blog è morto?

  17. Trollshiro

    .

  18. E poi ci lamentiamo di essere chiamati mafiosi nel mondo, ma non possiamo fare a meno di avere Il Padrino al governo. E vai!!
    Liberi tutti!!!

  19. C’è un altro signore un po’ in panne ma senza il quale Silvio non va da nessuna parte.
    E’ Verde ma non sta con Pecuraru Scaniu.
    E speriamo che stavolta trivi veramente uan via Catalana per la Lombardia.

    http://www.terrainsubre.org

  20. Padania nazione tutto il resto è meridione

  21. si grande…. ma testa di cazzo!
    raggiungi presto la mammima

  22. Sono d’accordo , Silvio e’ grande ,ma mastella lo lasci a ceppaloni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...