Il ritorno del Re.

 

Dopo Sorvy, uno ad uno stanno ritornando su questo blog tutti gli altri sorvegliati. Hanno già preso contatti con Sorvy i primi: Estiqaatsi, Sancho e Shark. Ma un ritorno a sorpresa ci fa particolarmente felici. Quello di The King, il re del Sorvegliato Speciale. Il più giovane di tutti noi; non ancora maggiorenne, ma quanto a saggezza il più grande di tutti: Andrea G.

Chi di voi ci legge da più tempo si ricorderà di lui. Un ragazzo con handicap molto gravi che lo costringono su una sedia a rotelle e ad avere grossi difficoltà nel comunicare. Non potendo parlare e non potendo usare correttamente le mani, si esprime in un modo veramente straordinario: una penna speciale, una tavola con l’alfabeto ed un adulto che lo aiuta a muovere la penna. Si può immaginare il tempo che gli occorre per scrivere una lettera.

Lui segue questo blog attraverso il suo papà che legge per lui post e commenti. 

Questa è la lettera che Andrea manda al blog di cui è il re. Una lettera che lui ha scritto un pò di tempo fa, al termine di una riunione di un gruppo di famiglie con figli disabili che si ritrovano a mangiare insieme e a condividere un’amicizia e un cammino di fede.

“Tutti, è notevole bisogno di tutti avere il proprio nome e cognome scritto nei cieli e non ho felicità da regalare se non quella della fede.

Un accenno io do con queste mie parole a quello che occorre al nostro gruppo: fede in Dio e non negli uomini;

nessun uomo è perfetto e capace di realizzare qualcosa di bene e di giusto, anche se animato da buone intenzioni, quindi chiediamo il giusto per noi ma non aspettiamoci giustizia su questa terra, e così vivremo meno arrabbiati e più leggere saranno le nostre menti. Un chiedere per noi, si, ma anche un agire tra di noi da amici, da gruppo, da fraternità, e questo ci darà fiducia nella vita e nell’aldilà. Così faremo da lievito in questa città: se ci vorremo bene gli uni gli altri nella buona e nella difficile sorte che ci è capitata a gruppo di famiglie riunite per un preciso motivo: i figli, un pò deboli e un pò diversi, questi figli caratterizzano strada difficile e faticosa ma anche grande esperienza di vita se cristianamente vissuta. Io credo non dobbiamo dimenticarcelo e fare, si, lotte, riunioni, ma soprattutto trovarci e giore assieme: feste meglio di riunioni.”

Andrea (The King)

di fronte alle polemiche di questi giorni (G. Ferrara linciato per la difesa del diritto di vivere degli ammalati) ci sembrava doveroso pubblicare la lettera del nostro Re.

Annunci

2 risposte a “Il ritorno del Re.

  1. c’è nessuno….?

  2. Il re è grandissimo. Perchè innanzitutto riconosce e fa conoscere il Re dei re.
    Ciao
    Lo scudiero sciocco: Sancho

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...