Roma, nun hai fatto la stupida stasera.

Non solo Prodi, ma anche Veltroni e pure Rutelli stanno a tal punto sulle scatole al popolo romano che -a totale sorpresa- Gianni alemannon non ha vinto, ma ha stravinto le elezioni da sindaco.
La botta è tale che -finalmente- la sinistra dovrà smettere di raccontarsela.
A Roma non ci sono scuse, non ci sono leghisti, non c’è neanche la ”marea nera” che solo quel politico in perenne malafede come D’alema poteva evocare.
A Roma ci sono semplicemente dei cittadini insoddisfatti di come Veltroni ha amministrato la città. Tutto qui.
Roma ha cessato di essere 2patrimonio di famiglia” della sinistra ed è diventata una città normale che vota secondo criteri normali e se una amministrazione non va, la si manda a casa.
Di non normale in questa sconfitta di Veltroni, c’é solo lui, il suo Pd, il suo Bettini e la sua sinistra tutta, Arcobaleno incluso.
Arroganti, tracotanti, incapaci di riforme, pieni di fuffa in testa e di complicità demente nei media.
Ora Alemanno dovrà far vedere cosa vale, e Fini dovrà rimpiangere di non avere avuto abbastanza coraggio politico per tentare lui la sfida. Fini sindaco della capitale era un obbiettivo -come si vede- più che raggiungibile e se avesse corso, ora sarebbe sicuramente il delfino di berlusconi alla guida del Pdl, perché investito da un chiaro mandato elettorale. Ma Fini non ha osato e in politica i tentennamenti si pagano. Cari. Come ben sa la sinistra che ora si prepara a cannibalizzare Veltroni. Una prece.

by Carlo Panella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...